4 modi per clonare un intero disco rigido su Linux

Clone Drive Hard Drive
⏱️ 9 min read

Immagina che il disco rigido del tuo computer non funzioni. Il tuo computer non lo rileva più ed è impossibile recuperare i dati che hai salvato. Questo è uno scenario da incubo per chiunque. Finirai per desiderare di avere un backup di tutto sul tuo disco rigido.

Fortunatamente, questo è possibile e molto più facile di quanto tu possa pensare. Ci sono molti diversi programmi Linux disponibili che ti aiuteranno a eseguire il backup del tuo disco rigido, incluso uno che è già installato per impostazione predefinita in ogni distribuzione Linux.

Soprattutto, questi strumenti ti permetteranno di salvare il contenuto del tuo disco rigido in un file immagine, offrendoti una maggiore flessibilità con il backup archiviato.

Perché eseguire il backup su un file immagine?

Molti moderni strumenti di backup salveranno il contenuto del tuo disco rigido nel cloud o cloneranno il tuo disco rigido su un altro disco rigido. Sebbene queste siano opzioni utili e completamente valide, non sono molto flessibili.

Se decidi che non vuoi che i tuoi dati vengano salvati nel server cloud specifico che hai scelto, devi saltare i cerchi per passare a uno nuovo. Oppure, se hai clonato il tuo disco rigido su un secondo, dovresti ripetere il processo più e più volte ogni volta che desideri spostare il backup in un altro spazio di archiviazione.

Un file immagine è, come suggerisce il nome, un singolo file che contiene l’intero backup. Ciò significa che puoi trattarlo come qualsiasi altro file, sia che tu voglia spostarlo, copiarlo o eliminarlo, ecc. Ciò ti consente di spostare facilmente il backup su altri supporti di archiviazione o persino di eseguire più copie in modo che anche il backup abbia backup .

1. Dischi GNOME

GNOME Disks è un programma disponibile su qualsiasi distribuzione Linux che ha una miriade di usi. Viene utilizzato principalmente per formattare i dischi rigidi, cancellarli dai loro dati e creare o modificare le partizioni su un’unità. Tuttavia, consente anche di convertire l’intera unità in un’immagine, ovvero creare un backup .img.

Per convertire il tuo disco rigido in un’immagine disco, seleziona l’unità, vai nel menu delle opzioni dell’unità (spesso assomiglia a un pulsante con tre punti) e seleziona “Crea immagine disco…”

Clona il menu delle opzioni dei dischi Gnome dell'unità

Da lì, scegli semplicemente dove vuoi salvare il file immagine e fai clic su “Inizia a creare…”

Il ripristino di un’immagine su disco è altrettanto semplice e utilizza passaggi simili. Fai clic sul menu delle opzioni dell’unità, vai su “Ripristina immagine disco …” e seleziona il file .img che desideri ripristinare sul disco rigido.

2. Immagine parziale

Immagine parziale è un programma terminale con un’interfaccia utente basata su testo facile da usare che può clonare rapidamente l’unità in un file immagine. Dove Partimage brilla è nella velocità con cui funziona.

Poiché Partimage copierà solo i dati dalle parti utilizzate di una partizione, elabora molto più velocemente di altri software di backup che copieranno l’intera partizione, compreso lo spazio vuoto.

Allo stesso modo, ripristina anche i backup dai file di immagine molto più velocemente di molte alternative.

Gli unici grandi svantaggi dell’utilizzo di Partimage sono che non supporta i filesystem ext4 o btrfs e il filesystem da clonare dovrà essere smontato. Ciò significa che non puoi clonare l’intera unità di root mentre la stai utilizzando.

Partimage è piuttosto semplice da usare, soprattutto per chi ha già dimestichezza con l’uso del terminale.

Installare Partimage è semplice come usare il gestore di pacchetti della tua distribuzione per installarlo. Ad esempio, su Ubuntu e altre distribuzioni basate su Debian, utilizzare il comando seguente:

sudo apt install partimage

Dopo l’installazione, può essere avviato immediatamente dal terminale.

sudo partimage

Da qui, i menu sono piuttosto semplici. Assicurati solo di leggere tutti i controlli previsti per te, utilizzando i tasti freccia per navigare nei menu.

Clona immagine parziale dell'unità

Dopo aver selezionato la partizione che vuoi clonare, segui le istruzioni mostrate nel menu, quindi premi F5 per passare alla sezione successiva.

Clona la compressione dell'immagine della parte dell'unità

Ti consentirà di scegliere il livello di compressione, ad esempio dividere l’immagine in più file.

Quando colpisci F5 di nuovo per continuare, ti chiederà di confermare le opzioni impostate, quindi avvia il processo di clonazione.

3. CloneZilla

A differenza del resto degli strumenti in questo elenco, Clonezilla non è uno che installi sul tuo computer. Invece, funziona da un’unità USB e ti consente di avviarci per clonare il tuo disco rigido.

Per chiunque abbia esperienza nella creazione di Linux Live USB, questo sarà molto familiare, poiché il processo è essenzialmente identico.

Clone Drive Sito Web di Clonezilla 1

Vai a il sito ufficiale di Clonezilla e scarica una ISO. Ognuno di loro funzionerà, ma stabile o stabile alternativo sarà la soluzione migliore.

Da lì, dovrai masterizzarlo su un’unità USB, quindi riavviare il computer, assicurandoti di eseguire l’avvio nella Live USB che hai appena creato.

Clona il menu di Clonezilla dell'unità

Dopo aver avviato Clonezilla Live USB, le istruzioni sono piuttosto semplici. Scegli la modalità “immagine dispositivo” per clonare il tuo disco rigido, quindi continua a selezionare dove vuoi salvare il tuo nuovo file immagine e segui il resto delle istruzioni.

Quando ti chiede se vuoi eseguire la modalità principiante o esperto, scegli la modalità principiante per semplificare le cose per ora.

Il resto dei menu dovrebbe essere facile da capire, ma se ti perdi, segui questo semplice tutorial di Clonezilla.

4. gg

Infine, abbiamo ddun comando Linux integrato che sarà già disponibile praticamente in ogni distribuzione Linux.

dd è uno strumento molto potente e può avere conseguenze molto drastiche se non stai attento. È molto facile sovrascrivere accidentalmente un disco rigido. Ricontrolla sempre la destinazione dell’output prima di utilizzare il comando.

Clonazione del disco rigido in un file immagine con dd è incredibilmente semplice. Innanzitutto, dovrai capire il nome dell’unità che desideri clonare. Ci sono alcuni modi per farlo, ma qui stiamo solo usando lsblk per elencare le tue unità e tutte le loro partizioni.

Sebbene ci siano alcune opzioni utili con il lsblk comando, abbiamo davvero solo bisogno del valore predefinito per questo scenario. Apri un terminale e inserisci quanto segue:

lsblk
Clona unità Dd Lsblk

Quando corri lsblk, dovresti vedere una o più unità con le relative partizioni annidate sotto di esse. Utilizzare queste informazioni per determinare quale unità si desidera clonare. Stiamo usando “sda” come esempio.

Quindi, usa quanto segue dd comando:

sudo dd if=/dev/sda of=/home/username/backup.img status=progress
Clona Drive Dd Clonazione

Ovviamente puoi cambiare la destinazione del file immagine. Una volta terminato il processo, puoi spostare il file immagine o farne delle copie.

Tieni presente, tuttavia, che non dovresti eseguire questa operazione su un filesystem attualmente in uso, poiché è possibile che ti ritroverai con file danneggiati se vengono copiati mentre vengono utilizzati.

Quando decidi di ripristinare il backup sul disco rigido, il processo è semplice come creare il backup.

sudo dd if=/path/to/backup.img of=/dev/sda

Ancora una volta, assicurati di specificare il nome del disco rigido su cui desideri ripristinare il backup.

Domande frequenti

1. Ho cancellato accidentalmente il mio disco rigido! C’è un modo per recuperare i dati?

Nella maggior parte dei casi, è improbabile che tu riesca a recuperare i tuoi dati. Tuttavia, puoi usare PhotoRec per recuperare i file che non sono stati sovrascritti.

2. Come faccio a fare copie del mio backup una volta che lo possiedo?

Il metodo più rapido e semplice è semplicemente copiarlo utilizzando la riga di comando.

cp /path/to/backup.img backup-copy.img

Questo creerà una copia nella tua directory corrente, ma puoi anche specificare una directory diversa in cui salvarla, se preferisci.

Puoi anche creare una copia utilizzando un browser di file come faresti con qualsiasi altro file. Basta fare clic destro su di esso, selezionare “Copia”, quindi incollarlo.

3. C’è un modo per comprimere il file immagine per renderlo più piccolo?

Sì, puoi usare gzip per comprimere velocemente il backup”

gzip /path/to/backup.img

Avvolgendo

Ora dovresti avere una buona idea dei vantaggi della clonazione dell’intero disco rigido su un’immagine disco e di alcuni modi per farlo su Linux. Ma se decidi di utilizzare invece un servizio di backup basato su cloud, segui questa guida sull’utilizzo di CloudBerry per eseguire il backup del tuo desktop Linux.

Join our Newsletter and receive offers and updates! ✅

0 0 votes
Article Rating
Avatar di Routech

Routech

Routech is a website that provides technology news, reviews and tips. It covers a wide range of topics including smartphones, laptops, tablets, gaming, gadgets, software, internet and more. The website is updated daily with new articles and videos, and also has a forum where users can discuss technology-related topics.

Potrebbero interessarti anche...

Subscribe
Notificami
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x