5 dintre cele mai bune aplicații pentru jurnal pentru Linux

5 delle migliori app per riviste per Linux

⌛ Reading Time: 5 minutes

Le riviste possono svolgere una serie di funzioni. Possono aiutarti a organizzare i tuoi pensieri. Possono aiutarti a tenere traccia della tua giornata. A volte, vuoi solo mostrare i tuoi sentimenti su una pagina. Se sei un utente Linux, hai alcune eccellenti opzioni per comporre e compilare il tuo diario digitale sul tuo sistema operativo preferito.

1. RedNotebook

RedNotebook è in circolazione da un po ‘e si vede. Potrebbe essere l’opzione più completa e matura per il journaling su Linux. RedNotebook ha anche il vantaggio di essere in costante sviluppo, con nuove funzionalità che compaiono in ogni versione.

Anche se RedNotebook è un’applicazione offline che usi localmente sul tuo computer, ha molte delle funzionalità che ti aspetteresti da una piattaforma di blog come WordPress. Ha funzionalità complete di formattazione del testo, come un elaboratore di testi, oltre ai collegamenti online e la capacità di inserire immagini e file nel tuo diario.

RedNotebook è una specie di blog privato. Ha anche le capacità di ricerca e ordinamento che ti aspetteresti da un blog, inclusi modi visivamente accattivanti per navigare come un calendario e una nuvola di parole. A differenza di un blog, il tuo diario è memorizzato in testo normale e può essere esportato come tale o in formati più pubblicabili come HTML, LaTeX o PDF.

2. Thotkeeper

Thotkeeper Journal Linux

Thotkeeper è un programma di journaling molto più minimale incentrato esclusivamente sulla creazione di voci di diario.

Thotkeeper è scritto in Python con un’interfaccia GTK semplicissima. Utilizza sia un calendario che un menu comprimibile per ordinare le voci del diario. Anche le voci del diario di Thotkeeper sono abbastanza portabili, poiché sono archiviate in XML.

C’è però uno svantaggio. Thotkeeper non è così mantenuto attivamente e non ha visto un commit su Github da un po ‘.

3. Lifeograph

Lifeograph Journal Linux

Lifeograph è pulito, intuitivo e ricco di fantastiche funzionalità. Ha un aspetto pulito e moderno che puoi effettivamente modellare e personalizzare.

L’editore di Lifeograph brilla davvero. Offre tutte le funzionalità di un elaboratore di testi, come formattazione RTF, collegamenti, controllo ortografico e immagini. Lifeograph introduce anche qualcosa di tipicamente riservato agli editor di testo minimi: l’evidenziazione della sintassi. Formatta anche automaticamente i tuoi titoli per te.

Ci sono anche alcune funzioni davvero fantastiche per migliorare la tua esperienza di diario. Lifeograph supporta la crittografia, quindi nessuno può leggere il tuo diario tranne te. Ti disconnetterà automaticamente anche quando sarai lontano dal tuo computer. I backup automatici sono un’altra misura che Lifeograph prende per mantenere il tuo diario al sicuro.

4. jrnl

jrnl Journal Linux

Vorresti qualcosa di più minimale? Può essere jrnl è giusto per te. jrnl è un vero programma di journaling da riga di comando. Gestisce tutto tramite flag di opzioni, parametri e un file di configurazione opzionale. Nonostante tutto ciò, può essere altrettanto funzionale delle sue controparti grafiche, solo senza l’overhead.

jrnl ha il suo editor integrato, ma ti consente anche di esternalizzare il lavoro a un altro editor da riga di comando come Vim. Questa da sola è una caratteristica estremamente potente, se puoi sfruttarla.

jrnl supporta l’importazione di file di testo e l’esportazione dei diari in una serie di formati utili, inclusi markdown e JSON. È anche completamente compatibile con la popolare app del diario DayOne. Quando si tratta di crittografia, jrnl potrebbe essere l’opzione migliore. Proteggerà il tuo diario con AES-256.

5. Vim e Pandoc

Vim Journal Linux

Se jrnl è un’opzione minima, questa è la soluzione completa fai da te. Vim non è progettato specificamente per l’inserimento nel journal. Tuttavia, Vim è abbastanza flessibile da poter essere qualunque cosa tu voglia che sia, e anche se la maggior parte delle persone non equiparerebbe Vim alla scrittura, in realtà è raccomandato da Mese nazionale della scrittura di romanzi (NaNoWriMo). Hai bisogno di più prove? Questo articolo è stato scritto in Vim.

Ci sono tantissimi plug-in disponibili per Vim che puoi usare per impostare il tuo diario ideale. Puoi personalizzare tutto, dal colore e il carattere al modo in cui Vim avvolge il testo. Se scegli di scrivere in un formato come markdown, puoi trarre vantaggio dalla compressione dei titoli e persino dall’evidenziazione della sintassi. Vim supporta anche un po ‘di crittografia pronta all’uso e ancora di più con i plug-in. Non ci sono molte limitazioni sui file che Vim può leggere e scrivere. La scelta sta davvero a te.

Pandoc non è una parte strettamente necessaria di questa equazione. It fa consentono di convertire le voci del diario in una pletora di formati di file dallo stesso materiale di origine. Quindi, se devi convertire la voce del diario che hai scritto in markdown in un .docx, PDF e HTML, puoi farlo. Se desideri combinare sei diverse voci di diario nello stesso file prima di convertirlo, puoi farlo anche tu. Pandoc aggiunge un certo grado di flessibilità quando si tratta di importare ed esportare dal tuo diario.

Sceglierne uno

È difficile dire quale di questi eccellenti strumenti sia giusto per te. Sono tutti gratuiti e open source, quindi gioca con quelli che trovi più attraenti. Molti di loro condividono persino gli stessi formati, quindi puoi anche passare in seguito.

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.