5 modifiche all'Assistente Google, incluso Trova il mio iPhone

5 modifiche all’Assistente Google, incluso Trova il mio iPhone

C’è sicuramente una guerra di assistenti virtuali tra Siri, Alexa e Google Assistant. Alexa è la regina comprovata in questo spazio, ma ciò non impedisce agli altri di cercare di lottare per un pezzo più grande della torta. L’Assistente Google ha annunciato cinque modifiche e una di queste ti aiuterà a trovare il tuo iPhone.

Modifiche all’Assistente Google

Ho persino l’assistente virtuale di guerra a casa mia. Dimentico se mi sto rivolgendo a Siri o ad Alexa. Non mi interessa aggiungere un terzo assistente, ma con questi cambiamenti, Google vorrebbe sicuramente che lo facessi. Di seguito è riportato un elenco di modifiche che l’azienda spera convinceranno le persone a utilizzare l’Assistente Google.

1. “Ehi Google, trova il mio iPhone”.

Questa è in realtà una funzionalità esistente dell’Assistente Google. Puoi chiedergli di aiutarti a trovare il tuo telefono smarrito. Ma ora puoi essere più specifico e chiedere di trovare il tuo iPhone. La funzione richiede di attivare le notifiche. Quando chiedi aiuto per trovarlo, riceverai una notifica sul telefono e suonerà, anche se hai attivato Non disturbare o è in modalità silenziosa.

Certo, puoi già farlo con Siri, ma se hai un altoparlante o un display Nest, ora può aiutarti. È interessante notare che Apple ha appena rinnovato il suo servizio Trova il mio.

2. Ordina da asporto

Con molti ristoranti chiusi al servizio di sedili interni nei momenti della pandemia, abbiamo trovato una dipendenza completamente nuova dal cibo da asporto. E questo è andato oltre la pizza, gli hamburger e il cibo cinese. La maggior parte dei ristoranti offriva un servizio sul marciapiede solo cercando di rimanere a galla.

L’Assistente Google funziona con Duplex sul Web per aiutarti a effettuare quegli ordini. Cerca un ristorante sull’app Google e scegli “Ordina online” o “Ritiro ordine”, quando hai finito, “controlla” e l’assistente compilerà i tuoi dati di contatto e di pagamento.

3. Routine alba / tramonto

Non sarebbe fantastico se invece dei nostri dispositivi domestici intelligenti che si attivano a una certa ora lo facessero al tramonto o all’alba, a prescindere dall’ora? Anche Google la pensa così.

La luce nella tua casa potrebbe accendersi quando il sole tramonta. Il tuo prato potrebbe essere irrigato ogni giorno quando sorge il sole. Puoi anche raggruppare le azioni insieme in una “routine”. Ovviamente anche Alexa può farlo.

4. Altre routine

Visualizzazione delle modifiche dell'Assistente Google

Le routine non si limitano all’alba e al tramonto. Puoi programmare azioni assortite in una routine. Google Assistant ha anche alcune routine pronte per l’uso, simili alle routine di Alexa e alle scorciatoie di Siri. Ma l’Assistente Google utilizza anche scorciatoie per le tue routine preferite. Puoi aggiungere queste scorciatoie alla schermata iniziale.

5. “Ehi Google, parlami degli Oscar”.

Esatto: l’ultima modifica dell’Assistente Google riguarda gli Academy Awards. Risponderà a molte domande che hai. Secondo Google, puoi chiedere: “Ehi Google, chi è stato nominato per i lungometraggi d’animazione agli Oscar?” “Ehi Google, quali sono le tue previsioni sugli Oscar?” o “Ehi Google, chi pensi sia vestito meglio agli Oscar?” Puoi anche indossare abiti da cerimonia e chiedere: “Ehi Google, dammi un premio”.

Infangare le acque

Queste modifiche all’Assistente Google faranno uscire Alexa dal primo posto? Certamente no. Ma infangheranno un po ‘le acque. Non è sufficiente per farmi aggiungere un terzo assistente, ma potrebbero essere sufficienti per convincere gli utenti esistenti a rinunciare a uno dei loro altri assistenti.

Vuoi continuare a leggere, ma sei troppo stanco? Continua a leggere per scoprire come fare in modo che l’Assistente Google legga gli articoli ad alta voce.