6 der nützlichsten Linux-Befehle für neue Benutzer

6 dei comandi Linux più utili per i nuovi utenti

⌛ Reading Time: 6 minutes

Passare a Linux può essere un po ‘intimidatorio. Un nuovo sistema operativo? Desktop diverso? Tutto quello che hai conosciuto in informatica è cambiato? Sebbene il passaggio a volte possa sembrare spaventoso, può essere più produttivo e abbastanza gratificante. Imparare cose nuove è il tuo primo passo.

Cos’è il terminale?

Prima di poter iniziare ad imparare i dettagli di Linux, dovrai capire cos’è il terminale. Il terminale è la versione Linux del prompt dei comandi o PowerShell. Linux, che è stato originariamente creato come sistema operativo da riga di comando, ha aggiunto un’interfaccia grafica per facilità d’uso a causa della sua crescente popolarità Il sistema operativo Linux, nella sua forma più produttiva, utilizza il terminale.

I comandi del terminale sono diversi dalla maggior parte delle applicazioni che potresti avere familiarità. È improbabile che generino una nuova finestra, poiché i risultati vengono eseguiti immediatamente all’interno dell’applicazione terminale. I comandi del terminale possono anche avere opzioni aggiuntive, chiamate “interruttori”. Le opzioni vengono utilizzate per aggiungere funzionalità all’operazione della riga di comando richiesta. Di seguito troverai 5 dei comandi “indispensabili” quando passi a Linux.

1. comando “uomo”

Il man comando sarà il più utile dei comandi per gli utenti che non conoscono Linux o il terminale. Man è l’abbreviazione di “manual”, che è il termine per un documento di aiuto di Linux. Ogni comando del terminale ha una pagina man, anche il comando “man”.

Se conosci il nome del comando, della funzione o del file di Linux che ti interessa, digita semplicemente man command name e premi Invio. Di seguito rappresenta i risultati dell’esecuzione del comando precedente.

Manman Opt 1

2. Comando “ls”

Il ls Il comando è un ottimo strumento per vedere quali directory o file risiedono nella posizione corrente o in tutto il file system. È installato nelle distribuzioni Linux per impostazione predefinita, poiché fa parte del pacchetto di utilità principali GNU. Usare questo comando è semplice come digitare ls nella finestra del terminale. Questo ti mostrerà i risultati della tua directory di lavoro corrente.

Comando Ls

L’utilizzo di interruttori avanzati può aiutare a fornire risultati specifici oltre ad altre funzioni. Di seguito sono riportati ulteriori esempi di “ls” utilizzando le opzioni di commutazione.

Per mostrare file e directory, dimensione, data / ora modificata, proprietario e autorizzazioni:

Ls L Opt

Per ordinare i file nella directory di lavoro corrente per dimensione:

Ls Ls Opt

Per elencare le informazioni sulla directory per una directory che non è la directory di lavoro corrente:

Ls Directory Opt

3. Comando “cd”

Il cd comando è un altro comando utile e viene utilizzato per passare dalla directory di lavoro corrente. Gli esempi seguenti mostrano la funzionalità del comando “cd”.

Per passare a una sottodirectory:

Cd Singolo Opz

Per passare a una sottodirectory a più directory lontane dalla posizione corrente:

Questo comando può essere continuato indefinitamente, assumendo che ci sia un livello di directory a cui passare. Il percorso della directory di destinazione che utilizzeremo è “esempio / esempio2 / esempio3”.

Cd Multiple Sub Opt

Per cambiare la directory nella directory home dell’utente:

Cd Home Opt

4. Comando “ifconfig”

Questo comando Linux può sembrare un po ‘strano se hai lavorato a lungo con i sistemi operativi Windows. “Ifconfig” è molto simile alla versione Windows del comando “ipconfig”. Questo comando non è installato per impostazione predefinita in tutte le distribuzioni Linux. Per ottenere questa funzionalità, l’utente può installare il pacchetto eseguendo sudo apt get install net-tools dal terminale (se stai usando una distribuzione basata su Debian). Una volta installato, l’utilizzo di questo comando fornirà all’utente le informazioni sull’indirizzamento IP correnti per il dispositivo.

Ifconfig

Questo comando ha una serie di utilizzi, dall’assegnazione di un indirizzo IP a un’interfaccia specifica alla modifica dell’indirizzo MAC di un’interfaccia per attacchi di spoofing. Di seguito sono riportati alcuni esempi di livello base di “ifconfig”.

Per visualizzare le impostazioni di rete di un’interfaccia specifica:

Ifconfig Interface Name

Per disabilitare un’interfaccia di rete:

Ifconfig Interface Down

Per abilitare un’interfaccia di rete:

Ifconfig Interface Up

5. comando “trova”

Quando si tenta di trovare un file con un nome o un’estensione specifica in Linux, è meglio usare l’estensione find comando. Alcuni degli esempi seguenti possono essere molto utili per i nuovi utenti che imparano a navigare all’interno del terminale Linux.

Per cercare un file con il nome del file:

Trova nome file

Per cercare tutti i file “png” in “/ home / Desktop” e nelle sue sottodirectory:

Trova Directory Png

6. comando “cancella”

Quando il tuo terminale è pieno di testo, il modo migliore per cancellarlo è con l’estensione clear comando. Ciò cancella lo schermo nella tua visualizzazione e ti consente di ricominciare con solo il prompt. In alcuni casi puoi anche usare Ctrl + l, che eseguirà la stessa operazione.

In conclusione, abbiamo coperto i comandi più utili che un principiante dovrebbe conoscere. Oltre a questi, ci sono molti altri comandi che puoi eseguire in un terminale Linux, così come alcuni comandi che non dovresti mai eseguire. Imparare questi comandi non ti farà venire voglia di lasciare il tuo lavoro quotidiano e diventare un guru della tecnologia, ma potrebbe rendere la tua transizione a Linux molto più semplice.

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.