7 sfaturi și trucuri pentru Google Maps pe Android

7 suggerimenti e trucchi per Google Maps su Android

⌛ Reading Time: 5 minutes

L’app Maps di Google in continua evoluzione è cresciuta costantemente fino a diventare un compagno di vita essenziale. Più che un semplice modo per andare da A a B, può guidarti al bagno più vicino, mappare l’interno di un labirinto centro commerciale e indicarti i posti migliori nella tua zona, come ristoranti, lounge, o lavanderie. Con la tendenza di Google ad aggiornare regolarmente Maps con nuove funzionalità e riprogettazioni alla moda, può essere difficile stare al passo, quindi ecco sette suggerimenti e trucchi per metterti al passo.

1. Aggiungi più fermate al tuo percorso

La funzionalità che è stata un pilastro della versione desktop di Google Maps è finalmente arrivata sugli smartphone. Ecco come impostare più soste (o punti “intermedi”) sul percorso:

  • Nella schermata principale tocca l’icona blu delle indicazioni stradali in basso a destra, quindi inserisci il punto di partenza e la destinazione.
  • Tocca i tre punti in alto a destra, “Aggiungi fermata”, quindi inserisci la posizione che desideri attraversare. Riordina le posizioni utilizzando le piccole icone dell’hamburger a sinistra dei nomi delle posizioni e trascinandole verso l’alto o verso il basso.

2. Scarica le mappe per l’utilizzo offline

L’aspetto offline di Google Maps è sempre stato un po ‘un enigma da usare, non si è mai sentito così facile da abilitare come dovrebbe. Per fortuna, alcuni aggiornamenti fa Google ha revisionato questa funzione per renderla più semplice.

  • Dalla schermata principale di Maps digita il nome dell’area che vuoi salvare offline, pigia sulla cosiddetta icona del menu hamburger (tre linee orizzontali) in alto a sinistra, fai tap su “Aree offline”, quindi sull’icona “+”. Seleziona l’area a cui desideri accedere offline, quindi tocca “Scarica”.
  • Le mappe scaricate possono occupare molto spazio, quindi potresti salvarle sulla tua scheda SD. Per farlo, vai su “Aree offline” nel menu dell’hamburger, tocca l’icona a forma di ingranaggio in alto a destra, quindi modifica la posizione di download in “Preferenze di archiviazione”.

google-maps-offline-maps

3. Invia indicazioni dal tuo PC al tuo telefono

L’uso di Google Maps su un computer è naturalmente più facile che su un telefono: i touchscreen sono eleganti e meravigliosi, ma per le funzionalità grezze tastiera e mouse sono ancora i re. Se cerchi una posizione su Google Maps sul tuo PC, vedrai un’opzione sulla sua scheda per “Invia al dispositivo”. Fai clic su questo e riceverai una notifica sul tuo telefono con le indicazioni stradali per quel luogo (devi aver effettuato l’accesso al tuo account Google sul tuo PC affinché funzioni).

indicazioni-google-maps-per-telefono

4. Comandi ingegnosi di Google Now

La libreria di Google Now Commands è in continua espansione e include un sacco di ordini che puoi abbaiare su Google Maps. Ecco le ultime, insieme ad altre di cui potresti non essere a conoscenza (ricordati di dire “OK, Google” prima di pronunciarle):

  • “Evitare i pedaggi”
  • “Evita i traghetti”
  • “Evita le autostrade”
  • “Consenti” uno qualsiasi dei precedenti
  • “Trova stazioni di servizio”
  • “Mostra percorsi alternativi”

5. Come accedere a Street View

Street View è una funzionalità di vecchia data di Google Maps, ma su Android continua ad essere un po ‘sfuggente, poiché a differenza della versione desktop non ti dà un omino arancione da trascinare e rilasciare nei luoghi che vuoi vedere.

Per utilizzare Street View su Android, tocca e tieni premuta la posizione che desideri visualizzare in Street View, tocca la scheda che appare nella parte inferiore dello schermo, quindi tocca la foto della posizione nella nuova schermata. Ora sei in Street View e puoi esplorare l’area come faresti nella versione desktop.

google-maps-street-view

6. Fai in modo che Google rintracci (o interrompi il monitoraggio) le posizioni visitate

Ricordi quella vecchia funzione di Maps chiamata Cronologia delle posizioni? Potresti pensare che sia scomparso, ma in realtà è stato rinominato Your Timeline, che traccia la tua posizione quasi costantemente, permettendoti di entrare per ricordare i luoghi che hai visitato. Per accedere alla sequenza temporale, trascina il dito dal bordo sinistro dello schermo in Mappe per visualizzare il menu dell’hamburger, quindi tocca “La tua sequenza temporale”.

È una funzione “lo adori o lo odi”, con alcuni apprezzano la sua funzione di una sorta di diario (tiene traccia anche di dove hai scattato le foto e le visualizza nella tua timeline nel luogo in cui le hai scattate), mentre ad altri implicazioni sulla privacy di Google che conosce ogni tua mossa.

  • Se desideri che Google interrompa il monitoraggio della tua posizione, vai a “La tua cronologia”, l’icona Impostazioni in alto a destra, quindi “Impostazioni cronologia”.
  • Qui potrai disattivare ed eliminare la Cronologia delle posizioni.

google-maps-timeline

7. Un modo alternativo per ingrandire

Questo è un trucco piccolo ma estremamente utile, in particolare se stai tenendo il telefono in una mano e non hai due dita libere per eseguire il classico zoom con pizzico. Tocca due volte e tieni premuto il dito sul punto che desideri ingrandire, quindi trascina semplicemente il dito su e giù per ingrandire e ridurre rispettivamente.

Conclusione

Google Maps può essere difficile da tenere al passo perché è una delle app Android in prima linea di Google soggetta a così tanti aggiornamenti che molti di loro volano sotto il radar. Questi suggerimenti sono tra i più recenti al momento della scrittura, ma se hai notato qualcosa di nuovo, faccelo sapere nei commenti!