Apple explică ce fac cu adevărat cu datele dvs.: nimic

Apple spiega cosa fanno realmente con i tuoi dati: niente

⌛ Reading Time: 3 minutes

Ci siamo concentrati così tanto negli ultimi anni su ciò che sta accadendo ai nostri dati. Quali sono le aziende a cui affidiamo i nostri dati? Sappiamo cosa sta facendo Google con esso e, francamente, non ci piace. E abbiamo imparato cosa sta facendo Facebook con esso, e questo ci ha molto turbati.

È facile presumere che tutte le aziende tecnologiche siano le stesse, cercando di vendere i nostri dati che le abbiamo affidati a terzi in modo che possano guadagnare. Ma recentemente i legislatori degli Stati Uniti hanno chiesto ad Apple come viene monitorato l’uso di iPhone senza che gli utenti ne siano a conoscenza o con il consenso. La buona notizia è che non stanno facendo nulla con i dati degli utenti e proteggono anche la privacy dei loro utenti.

La risposta di Apple

Time-out Powderly, direttore degli affari del governo federale di Apple, ha risposto alle domande del legislatore affermando: “La filosofia e l’approccio di Apple ai dati dei clienti differiscono da molte altre aziende su questi importanti problemi.

Crediamo che la privacy sia un diritto umano fondamentale e progettiamo appositamente i nostri prodotti e servizi per ridurre al minimo la nostra raccolta di dati sui clienti,” Lui continuò.

Il cliente non è il nostro prodotto e il nostro modello di business non dipende dalla raccolta di grandi quantità di informazioni di identificazione personale per arricchire i profili mirati commercializzati agli inserzionisti.

In quei pochi paragrafi, Powderly spiega tutto e ci fa sapere che sono diversi da alcune delle altre società tecnologiche. Alcuni potrebbero dubitarne, e sono sicuro che ci saranno alcuni che lo faranno, ma sono diversi. Non stanno vendendo i nostri dati. Rispettano la nostra privacy.

E se ricorderai, Apple si è già scontrata con il governo per quanto riguarda la protezione dei dati dei propri clienti. Il governo voleva accedere ai dati in un iPhone appartenente a un sospetto di sparatoria deceduto. Apple ha rifiutato. E quando alcune altre aziende hanno capito come entrare negli iPhone, Apple ha riparato i loro iPhone per proteggere ancora una volta i dati.

Come vengono protetti i dati e la privacy

Per queste risposte dipendiamo Articolo di TechCrunch. CNET ha pubblicato integralmente la risposta di Apple; tuttavia, coloro che vogliono leggerlo devono registrarsi con una terza parte fornendo la propria email, nome e password per il download. E in questa discussione, sembra proprio sbagliato.

news-apple-data-foto

TechCrunch spiega che per gli utenti che hanno abilitato i servizi di localizzazione, i loro telefoni raccoglieranno dati, a seconda delle opzioni wireless selezionate. Sebbene Apple riceva tali dati, sono anonimi e crittografati e Apple afferma che “questi dati anonimi non vengono utilizzati per indirizzare la pubblicità all’utente”.

Anche se abbiamo sentito che alcuni assistenti virtuali memorizzano le query vocali, “le espressioni di Siri, che includono il trigger audio e il resto del comando Siri, sono legate a un identificatore di dispositivo casuale, non all’ID Apple dell’utente”, secondo Apple. Tuttavia, l’identificatore può essere reimpostato, il che farà scomparire tutti i dati ad esso associati.

La fiducia è la tua scelta

In definitiva, anche se la scelta è tua se ti fiderai di Apple con i tuoi dati o meno. È un dato di fatto che non tutti sceglieranno di credere alle loro affermazioni di onorare la privacy dei propri utenti e non si prefiggono di trarne profitto.

Cosa ne pensi di Apple e del loro utilizzo dei dati? Credi che rispettino la privacy dei loro utenti e non traggano profitto dai dati? O pensi che non stiano dicendo la verità completa? Questo cambia ciò che pensi di Apple o il modo in cui le aziende trattano i tuoi dati?

Aggiungi i tuoi pensieri nella nostra sezione commenti qui sotto.

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.