Che cos'è VSync e devo attivarlo o disattivarlo?

Che cos’è VSync e devo attivarlo o disattivarlo?

⌛ Reading Time: 6 minutes

Se utilizzi applicazioni o giochi 3D, potresti esserti imbattuto in una strana opzione nelle impostazioni video. Di solito è chiamato “sincronizzazione verticale” o “VSync” in breve, e non è immediatamente ovvio cosa fa. Allora perché questa opzione è qui e cosa fa? Che forme assume? Qui spieghiamo cos’è VSync e se dovresti accenderlo o spegnerlo.

Cosa fa VSync

Per iniziare, diamo un’occhiata a come viene elaborata la grafica nel tuo computer. Il tuo computer o laptop ha un modo per rendere la grafica su uno schermo. Può trattarsi di grafica integrata nel processore o di una scheda grafica indipendente. Il compito principale del processore grafico è “dipingere” le immagini sullo schermo. Il motivo per cui puoi leggere questo articolo è dovuto a un processore grafico che dispone i pixel sullo schermo.

Quando dici al tuo processore grafico di eseguire il rendering di una scena 3D, elaborerà i disegni completi, o “frame”, il più rapidamente possibile. Quindi fornisce questi frame al monitor per l’elaborazione. Il risultato è un effetto simile a una presentazione di fotogrammi a fuoco rapido che danno l’aspetto di un’animazione, come un flipbook. La velocità con cui il processore grafico può emettere fotogrammi è chiamata “fotogrammi al secondo” o FPS in breve. Più frame può produrre il tuo processore grafico, più fluidi saranno i tuoi giochi.

Il tuo schermo cerca sempre di stare al passo con i frame che il tuo processore grafico sta producendo. La quantità massima di fotogrammi che può visualizzare è rappresentata nella sua frequenza di aggiornamento, che di solito è definita in frequenza o “Hz”. Il rapporto è 1:1, quindi un monitor a 60Hz può mostrare fino a 60FPS. La frequenza di aggiornamento è indicata in un elenco di prodotti come l’immagine seguente.

Quando sono in conflitto

I problemi iniziano quando il tuo processore grafico inizia a emettere più fotogrammi di quanti il ​​tuo monitor possa gestire, come 100FPS su un monitor a 60Hz. Il tuo monitor potrebbe avere difficoltà a tenere il passo con il flusso e finire fuori sincrono tra due fotogrammi. Questo è chiamato “screen tearing”, in cui un’immagine sembra essere “tagliata a metà”.

sincronizzazione-verticale-strappo

È qui che entra in gioco VSync. VSync mira a far corrispondere i frame del processore grafico con la frequenza di aggiornamento del monitor per risolvere eventuali problemi di sincronizzazione. Questo viene in genere fatto bloccando il motore di gioco o memorizzando nel buffer i frame finché il monitor non è pronto per l’output del frame successivo.

Vantaggi di VSync

Come affermato, vale la pena provare VSync se si verificano strappi dello schermo. Ciò porterà il tuo processore grafico allo stesso livello del tuo monitor e consentirà loro di funzionare meglio all’unisono, eliminando così lo strappo dello schermo se fatto correttamente.

Può anche essere utile in applicazioni (come giochi molto vecchi) in cui il tuo processore grafico sovrasta notevolmente la richiesta grafica. Poiché i processori grafici vanno il più velocemente possibile, il rendering di vecchie scene può comportare frame rate estremamente elevati. Ciò può causare il surriscaldamento del processore grafico, poiché emette fotogrammi a una velocità incredibilmente elevata. L’abilitazione di VSync limiterà l’FPS alla frequenza di aggiornamento del monitor e interromperà lo sforzo eccessivo sul processore grafico.

Svantaggi di VSync

Poiché VSync fa attendere i frame quando il monitor è pronto, ciò può causare problemi. Potresti scoprire che i tuoi input, come la pressione dei tasti e i clic del mouse, sono leggermente ritardati. Questo può essere fatale nei giochi che richiedono reazioni di riflesso e scatto per giocare. Esistono alcune tecnologie sviluppate per VSync per aiutare a ridurre questo ritardo, ma vale la pena tenere a mente se abiliti VSync e noti che le tue azioni sono meno reattive rispetto a prima.

VSync è ottimo quando la frequenza dei fotogrammi supera la frequenza di aggiornamento del monitor. Tuttavia, se si arriva a un momento graficamente intenso e la frequenza dei fotogrammi scende al di sotto della frequenza di aggiornamento, la scheda grafica la ridurrà ulteriormente per adattarsi al meglio alle preferenze del monitor. Il risultato è un calo ancora maggiore del frame rate durante i momenti intensi. Tecnologie come il triplo buffering possono aiutare a prevenire questo problema, ma potrebbe non essere un’opzione a cui tutti hanno accesso.

I due principali tipi di VSync

Le descrizioni di cui sopra si riferiscono alla funzione VSync predefinita che esiste da anni su PC. Tuttavia, più di recente, le potenze hardware dell’industria dei giochi hanno iniziato a proporre nuove e migliorate forme di VSync che annullano alcuni di questi problemi. Ecco cosa devi sapere su di loro.

Nvidia G-Sync

Questa tecnologia rivoluzionaria è uscita un paio di anni fa e fa il lavoro ingegnoso di adattare la frequenza di aggiornamento del monitor al framerate di gioco. Il risultato è un’esperienza di gioco completamente fluida (se la tua GPU è in grado di gestirla), senza strappi dello schermo, balbettii, latenza o cali di FPS bruschi che accompagnano VSync standard. Il problema è che hai bisogno di un Monitor compatibile con G-Sync e GPU Nvidia per usarlo.

Vsync Gsync
Immagine per gentile concessione della pagina del prodotto Nvidia per G-Sync

Se vuoi saperne di più su G-Sync, abbiamo scritto un intero articolo a riguardo qui.

AMD FreeSync

Questa è la risposta diretta di AMD a Nvidia G-Sync. Anche se i risultati sono ottimi, avrai bisogno di un monitor compatibile con FreeSync e di una GPU AMD per trarne vantaggio FreeSync.

Vsync Freesync
Immagine per gentile concessione della pagina del prodotto AMD per FreeSync

Devo accenderlo o spegnerlo?

Quindi, dovresti attivare o disattivare VSync? Come puoi vedere, dipende dal tuo caso d’uso. In generale, se il tuo processore grafico esegue il rendering di più fotogrammi di quanti il ​​monitor possa visualizzare, potrebbe causare un surriscaldamento e lo strappo dello schermo. Prova ad abilitare VSync tramite il software o le impostazioni del processore grafico per calmare le cose.

opzione-sincronizzazione-verticale

Tuttavia, se la frequenza dei fotogrammi è inferiore alla frequenza di aggiornamento del monitor, ci sono poche ragioni per attivarla. Non ci sono strappi o over-processing da correggere, quindi l’unico effetto che VSync avrà è potenzialmente il peggioramento della frequenza dei fotogrammi e il ritardo di input. In questo caso, è meglio tenerlo spento.

Se utilizzato correttamente, VSync può aiutare a risolvere i problemi e impedire che il processore grafico si roventi. Se usato in modo errato, può danneggiare inutilmente il tuo FPS e causare input lag senza benefici. Ora sai cosa fa VSync e quando abilitarlo.

Domande frequenti

1. Devo attivare G-Sync/FreeSync con vsync?

Ci sono molte informazioni contrastanti sull’attivazione di Vsync se hai già attivato G-Sync. Se accendi entrambi nel pannello di controllo di Nvidia, vsync assume effettivamente un nuovo ruolo, lavorando in tandem con G-Sync per aiutare a ridurre lo strappo quando è fuori dalla portata di G-Sync.

2. Finestra senza bordi vs Vsync

Ci sono vari vantaggi nell’usare l’opzione Finestra senza bordi in un gioco anziché a schermo intero (più facile passare da un monitor all’altro/finestre aperte e una migliore compatibilità con risoluzioni non convenzionali, ad esempio).

La modalità finestra senza bordi include anche un vsync integrato molto efficiente, che secondo molte persone riduce lo strappo e input lag, quindi provalo se il tuo gioco lo supporta.

3. Vsync vs Adaptive Sync

Sia le GPU AMD che quelle Nvidia supportano la “sincronizzazione adattiva”, che si potrebbe dire sia tra vsync e G-Sync/Freesync in termini di qualità. La sincronizzazione adattiva attiva vsync quando sei al di sopra della frequenza di aggiornamento del monitor, quindi lo disattiva quando sei al di sotto di essa. Se un gioco lo offre, dovresti usarlo al posto di vsync nella maggior parte dei casi.

4. Per quali giochi dovrei usare vsync?

Come abbiamo stabilito, non è sempre necessario attivare vsync. Come regola generale, i giochi recenti graficamente impegnativi in ​​cui l’FPS faticherà a raggiungere la frequenza di aggiornamento del monitor non trarranno vantaggio da vsync.

Tuttavia, se stai giocando a un vecchio gioco che sta emettendo una quantità folle di fotogrammi, vsync riavvolgerà quel framerate in modo da non distruggere lo schermo nell’oblio.

Ora che hai capito VSync, che ne dici di provare a overcloccare la tua GPU? Inoltre, consulta la nostra guida sul conteggio dei core della CPU rispetto alla velocità di clock per determinare quale è più importante per le prestazioni del tuo computer.

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.