Cum se creează un disc de recuperare Mac OS X

Come creare un disco di ripristino per Mac OS X.

Se accade il peggio e il tuo Mac si blocca e non si avvia, cosa puoi fare? Ovviamente dovresti fare regolarmente i backup di Time Machine. A meno che tu non lo faccia, non riavrai la tua macchina esattamente com’era in caso di problemi, ma è peggio di così.

Il disco di ripristino, una partizione segreta che fa parte del sistema di ripristino, risiede sull’unità di sistema e, sebbene contenga strumenti utili per ripristinare i dati e andare avanti, non va bene se non puoi accedervi.

In questo articolo, parliamo del disco di ripristino che si nasconde sul tuo sistema e di come prepararti per gli scenari peggiori facendone una copia come disco di ripristino avviabile.

Sono rotto; Recuperami

Il disco di ripristino è il miglior amico che non avresti mai immaginato di avere. Nascosto in una partizione da 650 MB sull’unità di sistema c’è un set di strumenti che puoi utilizzare per riparare e ripristinare l’unità se ti fa schifo.

Non è un programma di installazione. È un fixer, un toolkit. Supporta la tua macchina rotta abbastanza a lungo da poter reinstallare o ripristinare il tuo sistema. Con gli strumenti che contiene può:

  • Ripristina il tuo Mac da un backup di Time Machine
  • Verifica e ripara le unità connesse utilizzando Utility Disco
  • Controlla la tua connessione Internet o ottieni assistenza in linea utilizzando Safari
  • Se tutto il resto fallisce, installa o reinstalla OS X

Per avviare il computer con il ripristino, riavvia e tieni premuto “Comando + R” prima del segnale acustico di avvio.

Salvatore nella nuvola

Maverick e Yosemite hanno una funzione che quando si dispone dell’accesso a Internet, è possibile avviare la macchina da una partizione di ripristino nel cloud. Ma questo non ti salva se il tuo disco è instabile e non hai accesso a Internet, cosa che ovviamente può accadere.

Un’opzione è inserire la partizione di ripristino su un’unità esterna utilizzando Recovery Disk Assistant (scaricalo qui).

Innanzitutto, ti verrà chiesto se va bene usare questo software:

Nota: se vuoi usare una scheda SD, ecco un suggerimento. L’inserimento della scheda nello slot della scheda SD interna del Mac non funzionerà poiché Recovery Assistant esegue il polling solo delle porte USB. Inserisci la tua scheda SD in un adattatore USB e sarà visibile.

Ora scegli il volume su cui vuoi archiviare il disco di ripristino:

Scegli il volume su cui vuoi archiviare il disco di ripristino.

L’assistente creerà ora l’unità di ripristino esterna.

L'assistente creerà ora l'unità di ripristino esterna.

Una volta che hai un disco di ripristino, puoi ripristinare il tuo Mac quando si verificano problemi.

Per ripristinare la tua macchina, avvia o riavvia semplicemente tenendo premuto “Comando + R” e il tuo Mac cercherà prima la partizione di ripristino, poi Internet e qualsiasi unità esterna che hai creato con gli strumenti di ripristino su di esse e quindi caricherà gli strumenti.

Va tutto bene, ma l’app Assistant è limitata. Consente solo la creazione di dischi di ripristino OS X su un’unità esterna o un’unità flash tramite USB. Sai fare un disco ottico?

Vedere l’invisibile

Per masterizzare un disco di ripristino ottico (e un CD sarà sufficiente, poiché ha deliberatamente una dimensione di soli 650 MB), sarà necessario individuare i file dello strumento di ripristino nascosti sull’unità e masterizzarli su un disco.

Apri Utility Disco. Noterai che il menu probabilmente assomiglia a questo:

Apri Utility Disco.

Quello che stiamo cercando è il menu Debug. Se non è presente, devi attivarlo con Terminal. Chiudi Utility Disco (perché il menu non si attiva in un programma aperto), apri Terminale e digita quanto segue:

Apri di nuovo Utility Disco e vedrai il menu Debug ora visualizzato tra i menu Finestra e Aiuto.

Apri di nuovo Utility Disco e vedrai il menu Debug.

Quindi usa il menu e vai su “Debug -> Mostra ogni partizione”.

Brucialo!

Ora che puoi vedere la partizione Recovery HD, puoi masterizzarla su un disco. Seleziona l’immagine dell’unità appena creata:

Seleziona l'immagine dell'unità che hai appena creato.

Naturalmente, se hai uno dei nuovi Mac che non ha Superdrive, avrai bisogno di un masterizzatore DVD / CD esterno collegato. Seleziona la partizione Recovery HD dall’elenco e fai clic su “Nuova immagine disco” dalle icone in alto:

Seleziona la partizione Recovery HD.

Sebbene sia possibile risparmiare un po ‘di spazio durante il salvataggio dell’immagine di ripristino selezionando la casella compressa, non si risparmia molto spazio e la compressione aggiunge un po’ di tempo di decompressione quando viene decompressa per la masterizzazione. Ma è una tua scelta.

Scegli Formato immagine.

Dopo aver isolato e salvata su disco un’immagine disco:

Dopo aver isolato un'immagine disco salvata su disco.

Ora puoi masterizzarlo su un CD. Seleziona l’immagine dall’elenco sul lato sinistro e fai clic su Masterizza nel menu in alto:

Seleziona l'immagine dall'elenco sul lato sinistro.

Una volta che il disco è stato masterizzato, provalo avviandolo. Tenere premuto il tasto “C” durante l’avvio o il riavvio.

Un’altra cosa che potresti voler fare per motivi di sicurezza a un certo punto è creare un programma di installazione del disco di avvio per il tuo sistema operativo, ma forse lo approfondiremo un’altra volta.

Hai qualche consiglio dall’ultima volta che hai dovuto ripristinare il tuo Mac? Condividili nei commenti qui sotto.

Fonte foto: DVIDSHUB