Cum să faceți o copie de rezervă a codurilor de autentificare cu doi factori

Come eseguire il backup dei codici di autenticazione a due fattori

⌛ Reading Time: 4 minutes

L’autorizzazione a due fattori (nota anche come 2FA) è uno strumento molto utile per impedire agli hacker di accedere al tuo account. Sono nate molte app in grado di memorizzare tutti i tuoi codici 2FA in un unico posto. Invece di cercare tra vari dispositivi e app 2FA per ottenere il codice di accesso, è sufficiente avviare l’app e controllare il codice del sito a cui si desidera accedere.

Sebbene molto utile, questo causa un problema. Cosa succede se si desidera aggiornare il telefono e si desidera un modo semplice per trasferire tutti i codici dal vecchio dispositivo al nuovo? Ancora peggio, cosa succede quando perdi il telefono e tutti i codici con esso? In questi casi è meglio eseguire il backup dei codici 2FA in modo da poterli recuperare in un secondo momento.

Cosa viene sottoposto a backup?

Il concetto di eseguire il backup dei codici 2FA può sembrare un po ‘assurdo. Dopotutto, scadono dopo trenta secondi: perché ci preoccupiamo di eseguirne il backup? La buona notizia è che non siamo impazziti! Non stiamo eseguendo il backup dei codici effettivi – stiamo facendo un backup del “seme” utilizzato per crearli.

Quando utilizzi un generatore di codice 2FA, i codici che vengono creati sono basati su un “seme”. Questo seme è conosciuto sia dal tuo dispositivo che dal server di accesso con cui hai configurato 2FA e determina quali codici vengono generati e a che ora.

Quando usi un codice per accedere a un servizio, il server di accesso controlla il codice che hai fornito a quello creato dal tuo seed. Se corrispondono, è chiaro che sei il vero affare e il server di accesso ti fa entrare.

Pertanto, se esegui un backup di questi semi, puoi riprodurre il generatore di codice su qualsiasi dispositivo tu voglia. In questo modo non devi preoccuparti di configurare 2FA su tutti i tuoi siti con il tuo nuovo dispositivo; dagli i semi e produrrà i codici di cui hai bisogno.

Backup dei codici in Authy

Se usi Authy per la verifica 2FA, il backup è molto semplice. Authy viene fornito con un’opzione di backup su cloud, che tiene automaticamente sotto controllo i tuoi codici e li tiene al sicuro sui loro server.

Per attivare il backup su cloud, premere prima i tre punti in alto a destra, quindi premere “Impostazioni”. Qui, vai alla categoria “Account”. Trova l’interruttore per “Backup” e abilitalo. Ti verrà chiesta una password per i tuoi backup. Immettere due volte la password per abilitare i backup su cloud.

Quando usi una nuova installazione di Authy, puoi accedere con lo stesso account che hai usato prima. Authy ti chiederà quindi la password per sbloccare i backup. Una volta inserito, tutto dovrebbe tornare alla normalità!

Backup dei codici in LastPass Authenticator

2fa-backup-lastpass

Con LastPass Authenticator, ti sarebbe stato chiesto di eseguire i backup quando hai installato l’app. Se hai detto di no a questo, o semplicemente non ricordi cosa hai detto, è facile abilitare la funzione di backup su cloud di LastPass.

Per fare ciò, tocca le tre barre in alto a sinistra nella schermata principale di LastPass, quindi tocca “Impostazioni”. Dovresti trovare un’opzione chiamata “Backup su LastPass”. Seleziona questa casella. LastPass ti chiederà quindi di scaricare l’app Password Manager per archiviare il backup. Una volta scaricato e installato, puoi configurare il backup utilizzando LastPass.

Quando è il momento di utilizzare il backup, installa semplicemente l’app ed eseguila. La prima scelta che l’app ti offre include il ripristino da un backup, quindi usalo e accedi di nuovo per recuperare i tuoi codici.

Backup dei codici in Google Authenticator

Sfortunatamente, Google Authenticator non ha modo di eseguire il backup dei codici. Se perdi il telefono per qualsiasi motivo, dovrai contattare ogni sito che hai utilizzato con l’autenticatore per rimuoverlo dal tuo account. Puoi mettere Google Authenticator sul tuo nuovo telefono andando su pagina di verifica in due passaggi e facendo clic su “Cambia telefono” nella categoria Autenticatore.

2fa-backup-change

Se desideri un autenticatore in grado di eseguire il backup dei codici 2FA e ti piace il metodo di scansione dei codici QR di Google Authenticator, sarai felice di sapere che Google non è l’unico che utilizza questa tecnologia. App come Authy e LastPass Authenticator possono scansionare i codici QR al posto di Google Authenticator ed eseguire il backup dei codici sul proprio server. Se preferisci avere più controllo, puoi usare Authenticator Plus che ti consente di eseguire il backup dei codici sul tuo account Google Drive o Dropbox.

Usa un gestore di password

Oltre all’app di autenticazione, alcuni gestori di password includono anche il supporto per l’autenticazione a due fattori. Ai gestori di password piace 1Password e Enpass sono una buona scelta.

Fai il tuo backup!

Ovviamente, se i gestori di password possono memorizzare i codici QR per un uso successivo, nulla ti impedisce di fare lo stesso. Ogni volta che utilizzi un codice QR per configurare un autenticatore, dedica del tempo a salvare il codice di backup in un luogo sicuro. Devi assicurarti che nessuno (tranne te) possa trovarli, altrimenti possono scansionare i codici da soli e ottenere l’accesso a tutti i tuoi semi 2FA!

Mantenere i codici al sicuro

L’autenticazione a due fattori è un ottimo modo per proteggere i tuoi dispositivi, ma se perdi l’app che la tiene, è difficile riportare tutto alla normalità. Ora conosci alcuni modi per eseguire il backup dei codici 2FA per varie app.

Qual è la tua app 2FA preferita? Fateci sapere di seguito.

Credito immagine: Autenticazione a più fattori

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.