Cum se efectuează căutări complete de fișiere în Linux

Come eseguire ricerche di file complete in Linux

⌛ Reading Time: 5 minutes

Supponiamo che tu voglia cercare file mp3 (così come file che contengono la stringa “mp3” nel loro nome) sul tuo sistema Linux, cosa faresti? Non sarebbe esagerato dire che la maggior parte di voi preferirebbe le tecniche di ricerca desktop comunemente utilizzate. Ad esempio, nel caso di un sistema Ubuntu, probabilmente eseguirai una ricerca tramite Unity Dash.

Alcuni utenti potrebbero anche utilizzare la ricerca Nautilus, ma non sarebbe una ricerca a livello di sistema, quindi questa opzione è esclusa. Tornando al metodo Unity Dash, noterai che i risultati non includeranno file che contengono la stringa “mp3” nel loro nome. Ciò significa che anche una ricerca tramite Unity Dash non è affidabile in questo caso.

Allora, quali altre opzioni hai? Prova a cercare attraverso la riga di comando (usando il comando “trova”), direbbero alcuni. Ma a meno che tu non sia un professionista della riga di comando, o almeno un utente quotidiano della riga di comando, non sarebbe un modo facile.

Se incontri problemi simili a quello che abbiamo menzionato qui e stai cercando una soluzione per eseguire ricerche di file complete in Linux, non cercare oltre, poiché in questo articolo discuteremo un modo semplice per farlo.

Nota: tutti i comandi / istruzioni menzionati in questo articolo sono stati testati su Ubuntu 14.04.

Fai in modo che le operazioni di ricerca dei file producano risultati completi

Per fare ciò è necessario scaricare e installare un’applicazione chiamata ANGRYSearch. Secondo lo sviluppatore dell’app, “Tutti sembrano accontentarsi di ricerche lente, che popolano i risultati man mano che procedono; o sono basati su cli, rendendo difficile utilizzare comodamente i risultati; o sono fortemente integrati con un file manager, spesso limitando la ricerca solo a casa; o stai cercando di essere tutto con la ricerca del contenuto del file full-text.

Con ANGRYSearch, lo sviluppatore ha mirato a creare una versione Linux di Tutto il motore di ricerca.

Prima di procedere e scaricare / installare l’applicazione stessa, assicurati di aver installato prima le sue dipendenze. L’app ha un paio di dipendenze, vale a dire python3-pyqt5 e xdg-utils. Il primo può essere installato utilizzando il seguente comando:

E quest’ultimo è solitamente disponibile per impostazione predefinita sulla maggior parte delle distribuzioni Linux. Tuttavia, se hai bisogno di installarlo per qualsiasi motivo, puoi farlo tramite il seguente comando:

Una volta che hai finito con la parte delle dipendenze, puoi passare al processo di download e installazione di ANGRYSearch. Il primo passo qui è scaricare l’ultima versione dell’app e decomprimila da qualche parte sul tuo sistema. Successivamente, accedi alla directory dell’app su un terminale della riga di comando ed esegui i seguenti comandi:

Questo è tutto. Ora dovresti essere in grado di avviare ANGRYSearch da entrambe le righe di comando (usando il angrysearch comando) e tramite Dash.

Quando lo strumento viene avviato per la prima volta, richiede una configurazione di base prima di poter essere pronto per l’uso. Apparirà una schermata simile alla seguente.

angrysearch-first-run

Una cosa buona che vale la pena sottolineare qui è che la prima schermata stessa fornisce alcune informazioni utili sull’applicazione come la posizione dei suoi file di configurazione e database, nonché alcune caratteristiche importanti. Andando avanti, la prima cosa che devi fare qui è premere il pulsante “Aggiorna”.

Una volta fatto ciò, si aprirà una piccola finestra che ti informerà che l’operazione comporterà la scansione del file system, la creazione di un nuovo database e la sostituzione del vecchio database (se presente). Hai anche la possibilità di dire allo strumento di ignorare alcune directory che non vuoi che esegua la scansione e aggiunga al suo database.

angrysearch-update

C’è anche un’opzione per selezionare un tema di icone. Una volta che sei pronto, fai clic sul pulsante “Aggiorna”.

Dopo che lo strumento ha completato tutto il lavoro di scansione e creazione del database, vedrai una finestra simile alla seguente che indica che ANGRYSearch è ora pronto per l’uso.

angrysearch-ready-for-use

Ora, tornando al caso d’uso che abbiamo discusso all’inizio, ecco l’elenco dei risultati visualizzati in Unity Dash sul mio sistema.

angysearch-dash-results

Ed ecco cosa ha mostrato ANGRYSearch.

angrysearch-mp3-risultati

Chiaramente, ANGRYSearch ha prodotto risultati di ricerca molto più completi.

Immergendosi un po ‘più a fondo, vale la pena ricordare che il database ANGRYSearch può essere impostato in due modalità: Lite (predefinito) e Full. Quando è impostato sul primo, lo strumento mostra solo il nome e il percorso delle voci, mentre nella modalità Completa vengono visualizzate anche informazioni come dimensione e data dell’ultima modifica. Lo svantaggio della modalità Completa è che “la scansione delle unità richiede circa il doppio del tempo poiché ogni file e directory riceve chiamate statistiche aggiuntive”, spiega la documentazione ufficiale.

Per cambiare la modalità del database, dovrai attivare il valore della variabile “angrysearch_lite” in “~ / .config / angrysearch / angrysearch.conf”.

Andando avanti, l’applicazione offre anche tre modalità di ricerca: veloce, lenta e regolare. Abilitata per impostazione predefinita, la modalità Fast – dice la documentazione – è “estremamente veloce”, poiché in questo caso non vengono cercate sottostringhe. Nella modalità Slow, invece, vengono cercate anche le sottostringhe.

Infine, la modalità Regex – attivata dal tasto F8, indicata da uno sfondo di colore arancione – è la più lenta perché permette di eseguire ricerche molto precise utilizzando espressioni regolari.

Conclusione

Se il tuo lavoro prevede molte operazioni di ricerca di file, è molto importante che tu segua un percorso che richieda il minor tempo possibile. La soluzione menzionata in questo articolo dovrebbe sicuramente aiutarti in questo, quindi provaci.