Cum se execută Ubuntu Container în sistemul de operare Chrome

Come eseguire Ubuntu Container in Chrome OS

⌛ Reading Time: 4 minutes

A partire da Chrome OS 69, gli utenti di Chrome OS (su Chromebook selezionati) possono installare e utilizzare app Linux. Indicato come progetto Crostini, ciò che fa è eseguire un sistema operativo Linux in un contenitore LXD (simile a una macchina virtuale) in modo da poter installare ed eseguire app Linux in un ambiente sandbox. La distribuzione Linux predefinita utilizzata in Crostini è Debian, che è una distribuzione stabile su cui puoi fare affidamento. Tuttavia, se non sei un fan di Debian a causa del suo vecchio elenco di software, puoi invece passare a Ubuntu.

Questa procedura di cambio richiederà di accedere al Terminale e digitare tonnellate di comandi. Se non ti senti a tuo agio con il terminale, allora questo non fa per te. Per il resto, ecco come eseguire il container Ubuntu in Chrome OS.

1. Avvia il Chromebook. Non aprire alcuna app Linux. Apri il browser Chrome e premi Ctrl + Alt + T per avviare la shell Crosh.

Avvia il terminale con questo comando:

Chromeos Crosh Start Termina

2. Il contenitore Debian predefinito è etichettato come “pinguino”, che viene utilizzato per l’integrazione con il file system di Chrome OS. Per sostituire Debian, dovremo prima rimuovere la sua etichetta “pinguino” dal contenitore Debian:

3. Successivamente, crea un nuovo contenitore Ubuntu denominato penguin:

Ciò richiederà un po ‘di tempo poiché estrae l’immagine da Internet.

Chromeos Termina Avvia Ubuntu

4. Al termine, avvia il nuovo contenitore:

5. Aggiorna e aggiorna il sistema:

6. Installa i pacchetti Crostini in modo che possa integrarsi con il filesystem nativo. Immettere i seguenti comandi per aggiungere il repository di cros-packages:

Installa le dipendenze:

7. Anche se abbiamo aggiunto il repo, non saremo in grado di installare direttamente i pacchetti Crostini. Ecco la soluzione alternativa.

Scarica il pacchetto Crostini con il comando:

Riceverai un messaggio di avviso. Ignoralo.

Chromeos Termina Scarica i pacchetti Crostini

Ora estrai i pacchetti scaricati:

Installa il pacchetto Crostini dal file deb:

8. Infine, rimuovi il pacchetto scaricato:

9. Installa il file adwaita-icon-theme-full pacchetto. Senza questo pacchetto GUI le app Linux potrebbero avere un cursore molto piccolo.

10. L’utente predefinito nel contenitore è “ubuntu”. Dobbiamo rimuoverlo e sostituirlo con il tuo nome utente Gmail. L’utilizzo del tuo nome utente Gmail (l’account Gmail che utilizzi per accedere al Chromebook) è essenziale se desideri integrare questo contenitore Ubuntu con il file system nativo. Senza questo, non sarai in grado di accedere ai tuoi file Linux dal File manager.

Nota: sostituisci “gmail-username” con il tuo nome utente Gmail.

11. Al termine, chiudere il contenitore

e riavvia il Chromebook. Una volta riavviato, avvia l’applicazione Terminale dal programma di avvio. Se fallisce, riprova.

12. Prova ad aggiornare di nuovo il sistema.

Se vedi il messaggio di errore:

Non è stato possibile verificare le seguenti firme perché la chiave pubblica non è disponibile: NO_PUBKEY 7638D0442B90D010 NO_PUBKEY 04EE7237B7D453EC

questo perché la chiave privata del pacchetto Crostini non si trova nel sistema. Aggiungi la chiave privata con il comando seguente:

e dovresti essere in grado di correre apt update senza problemi.

Ora puoi iniziare a installare app Linux con apt install comando. Ad esempio, per installare l’ultima versione di Firefox, utilizza il comando:

Rimozione del contenitore Debian

Se non hai più bisogno del contenitore Debian, puoi rimuoverlo per liberare spazio di archiviazione.

1. Nel browser Chrome, premere Ctrl + Alt + T per avviare la shell Crosh.

2. Avvia il terminale:

3. Rimuovere il contenitore Debian:

Conclusione

Se si preferisce la stabilità e la sicurezza, la scelta migliore è attenersi al contenitore Debian predefinito. In caso contrario, puoi passare a Ubuntu, poiché fornisce maggiore flessibilità e opzioni software. Ce ne sono molti Immagini LXD puoi usare, quindi non sei limitato a Ubuntu o Preferisci Arch Linux? È disponibile anche.