Come far funzionare la codifica video assistita da GPU (NVENC) di NVIDIA in Ubuntu

Cum să obțineți codificarea video asistată (NVENC) GPU NVIDIA să funcționeze în Ubuntu
⏱️ 4 min read

La codifica dei file video può essere un trascinamento completo. Anche con le CPU più veloci sul mercato, il processo può richiedere fino a circa il tempo del video stesso (ad es. Trenta minuti di codifica per un video di trenta minuti). Non importa quali programmi di codifica ti offrono, sono sempre limitati dalla potenza dei tuoi chip.

Per risolvere questo problema, le schede NVIDIA hanno un piccolo trucco ingegnoso che hanno utilizzato sin dal rilascio delle schede grafiche della serie GeForce 600 nel 2012 chiamato NVENC. Ciò ti consente di utilizzare la GPU per codificare i flussi video. Utilizzando NVENC, non solo puoi convertire i video più rapidamente rispetto a una CPU convenzionale, ma puoi anche trasmettere video in streaming tramite software come Open Broadcaster Software (OBS) riducendo o eliminando completamente la balbuzie e il ritardo. Poiché Linux non ha NVENC per impostazione predefinita, dovrai farlo funzionare a mano. Spiego qui come puoi farlo nelle distribuzioni basate su Ubuntu.

Cominciando dall’inizio

Per fare in modo che NVIDIA NVENC funzioni su Ubuntu, devi prima scaricare il kit di sviluppo software (SDK) NVIDIA Video Codec da questo sito. Dovrai creare un account, ma il processo è abbastanza semplice. Non hai bisogno di tutti i file nello ZIP, quindi ora andremo a “Samples / common / inc”. Copia tutto ciò che vedi nella cartella “/ usr / local / include”. È necessario copiare questi file in modo che “ffmpeg” (un codificatore spesso trovato con le distribuzioni Linux) riconosca NVENC e lo incorpori.

Configurazione degli archivi del codice sorgente

Il passaggio successivo comporterà la ricompilazione della versione corrente di ffmpeg. Ciò significa che avrai bisogno delle dipendenze di compilazione per il software e per questo dovrai configurare Linux per consentire il download da repository di codice sorgente nelle tue fonti software.

In Ubuntu, puoi accedere a “Impostazioni di sistema -> Software e aggiornamenti”, quindi fare clic su “Codice sorgente” in “Software Ubuntu”. In Linux Mint (la distribuzione che sto usando perché sono pigro), questo può essere fatto accedendo a Update Manager, facendo clic su “Modifica”, facendo clic su “Sorgenti software”, quindi selezionando la piccola casella con “Abilita repository di codice sorgente. ” Questo metodo può variare a seconda dell’ambiente desktop e della distribuzione di Linux, quindi potrebbe essere necessario fare un po ‘di ricerca interiore per farlo.

Ora per la parte di rettifica dei denti del processo!

Ricostruzione di ffmpeg

Poiché ffmpeg non viene compilato con molte delle sue opzioni abilitate automaticamente (il che significa che sono quasi tutte opt-in piuttosto che opt-out), dovrai scoprire come è stato costruito nel tuo sistema e quindi crearlo usando il stessa configurazione più supporto per NVENC e audio AAC. È qui che entrano in gioco le intestazioni che hai copiato in precedenza. Vedi, ffmpeg darà una piccola occhiata ai tuoi file in “/ usr / local / include” per trovare i codec che non trova nelle sue tasche.

Innanzitutto, creiamo dipendenze con

Successivamente, vogliamo scaricare il codec audio AAC con

Una volta fatte queste cose, avremo bisogno di ottenere il sorgente della versione corrente di ffmpeg con

E una volta fatto, dovrai cercare un po ‘nella cartella Home. Trova una cartella che inizi con “ffmpeg”. Avrà il numero di versione subito dopo separato da un trattino. Ecco il mio:

nvenclinux-ffmpeg

Apri il tuo terminale in quella cartella. Se non puoi farlo, apri il terminale e digita:

dove “” rappresenta il numero di versione completo che hai visto nel nome di quella cartella. Nel mio caso, avrei digitato

Ora scrivi

Ti mostrerà l’intera configurazione della tua attuale installazione di ffmpeg. Dovrai copiare tutto dopo “configurazione:” senza i bit sotto quell’enorme muro di testo. Nel mio caso, sto copiando questo: (La tua configurazione potrebbe essere diversa, quindi non copiare quello che ti sto mostrando qui.)

Ora, incolla tutto ciò che hai in gedit o in qualche altro editor di testo e aggiungilo alla fine:

OK, ora tutto ciò che devi fare è digitare

dove “” rappresenta l’enorme muro di testo che hai appena modificato per aggiungere il supporto per codec non liberi, NVENC e audio AAC. Potrebbe volerci un po ‘.

Dopo tutto ciò che è finito, digita

Aspetta che finisca, quindi digita

Hai finito!

Testarlo

OK, quindi come fai a sapere di aver ottenuto con successo il supporto per NVENC? È ora di tirare fuori ffmpeg per un giro e codificare un video con esso.

Per fare ciò, avrai bisogno di un file video da convertire. Diciamo che il nostro video è in “/home/miguel/Desktop/test.mkv” e vogliamo codificarlo come “/home/miguel/Desktop/test.mp4”. Ecco come lo facciamo con ffmpeg e il suo ritrovato amore per NVENC:

Dovresti vedere qualcosa del genere:

nvenclinux-encoding

E questo è tutto! Abbiamo ucciso due piccioni con una fava: hai imparato come ottenere NVENC sul tuo sistema Linux e come codificare un video usando il pratico comando da terminale di ffmpeg. Se rimani bloccato da qualche parte o trovi un modo migliore per farlo, assicurati di lasciare un commento!

Join our Newsletter and receive offers and updates! ✅

0 0 votes
Article Rating
Avatar di Routech

Routech

Routech is a website that provides technology news, reviews and tips. It covers a wide range of topics including smartphones, laptops, tablets, gaming, gadgets, software, internet and more. The website is updated daily with new articles and videos, and also has a forum where users can discuss technology-related topics.

Potrebbero interessarti anche...

Subscribe
Notificami
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x