Come riparare un'unità USB danneggiata in Linux

Come riparare un’unità USB danneggiata in Linux

Ognuno ha una chiavetta USB. Sono piccole cose fantastiche e facilitano lo spostamento dei dati. Tuttavia, a volte le unità flash possono essere danneggiate o semplicemente smettere di funzionare. Per fortuna, se stai usando Linux, hai già accesso a una serie di strumenti che possono aiutarti a risolvere il problema. Stiamo usando Ubuntu per questo tutorial, ma tutto si applica alle distribuzioni Linux più moderne. Ecco come riparare un’unità USB danneggiata in Linux.

In questo articolo, diamo la priorità alla sicurezza dei tuoi dati. Innanzitutto, vedrai come puoi eseguire il backup dei contenuti della tua unità flash e quindi procedere a varie soluzioni per il problema in questione. In questo modo, se un tentativo di risolvere il problema finisce per peggiorarlo, potresti comunque essere in grado di tornare all’istantanea dello stato corrente della tua unità flash.

Acquisisci un’immagine di backup completa compressa

In Linux, ci sono molti strumenti per il backup di qualsiasi dispositivo di archiviazione. Tuttavia, si basa sull’approccio collaudato dd e GunZip (meglio noto come gzip).

1. Per eseguire un backup della tua unità flash, collegala prima al tuo computer. Avvia il tuo terminale preferito (o premi CTRL+Alt+T).

2. Individua la tua unità flash:

4. Per eseguire il backup dell’unità flash su un file immagine compresso con ZIP in un unico comando, utilizzare:

Ripara USB in Linux Dd Backup su Img Gz

5. Per ripristinare il backup, dovrai invertire la sequenza dei due comandi e definire la tua unità flash come dispositivo di output. Il comando completo sarà simile a questo:

Ripara USB in Linux Dd Torna all'unità USB

Risolvi il file system danneggiato con FSCK

Dopo aver eseguito il backup dei contenuti dell’unità flash, è ora di provare a risolverlo. Per questo, puoi rivolgerti a fsck. Questo strumento è ottimo per rimuovere i blocchi di file danneggiati, poiché la maggior parte (se non tutta) la corruzione e l’illeggibilità derivano da problemi come questo.

Per questo comando, dovrai definire la partizione invece dell’intera unità. Lo troverai con un nome simile al tuo dispositivo emettendo:

Quindi, corri fsck su di esso con:

Riparazione USB in Linux Fsck Fix Disk

In questo comando:

  • sudo fsck esegue lo strumento di riparazione con diritti amministrativi.
  • -v dice di mostrarci informazioni dettagliate sul procedimento.
  • -a afferma che vogliamo che provi automaticamente a riparare gli errori che trova.
  • /dev/disk… è la partizione che verrà controllata per gli errori.

Formatta l’unità USB con Fdisk / MKFS dal terminale

Se fsck non è riuscito a riparare il filesystem del dispositivo, puoi provare a formattarlo per usarlo come se fosse nuovo.

1. Il primo passo è cancellare tutte le strutture esistenti del filesystem e ricrearle da zero. Puoi usare fdisk per questo. Eseguilo con sudo sul tuo dispositivo con:

Ripara USB in Linux Esegui Fdisk su disco

2. Premete o seguito da Invio per creare una nuova tabella delle partizioni DOS su di essa per avere l’unità USB leggibile ovunque. Se desideri utilizzarlo solo sul tuo computer e sistema operativo moderni, puoi sostituirlo o con g per creare invece una nuova tabella delle partizioni GPT.

3. Premete n seguito da Invio per creare una nuova partizione, quindi p per renderlo primario. Se hai usato e invece di p, verrebbe creata come partizione estesa, ma non ha senso farlo se non si prevede di creare più di tre partizioni sull’unità. Quindi, puoi semplicemente premere Invio quando ti viene chiesto del numero della partizione, del primo e dell’ultimo settore, per accettare i valori predefiniti e fare in modo che la partizione si estenda sull’intera unità USB.

Riparare Usb in Linux Fdisk Crea partizione

4. Premete p e poi Invio per controllare la nuova struttura di archiviazione nell’unità USB. Quindi premere w seguito da Invio per scrivere le modifiche sull’unità USB e uscire da fdisk.

Riparare Usb nelle partizioni dell'elenco Fdisk di Linux

5. La tua partizione non sarà formattata e, poiché non avrà ancora un filesystem, sarà inutilizzabile. Per creare un filesystem, puoi usare uno degli strumenti mkfs forniti con tutte le moderne distribuzioni Linux. Per formattare la partizione come FAT32, utilizzabile dalla maggior parte dei dispositivi, utilizzare:

Riparazione USB in Linux Mkfs Fat

6. Per formattare la partizione con NTFS, per l’utilizzo con le versioni moderne di Windows, o con EXT4, per l’utilizzo solo con Linux, utilizzare:

o

Ripara Usb in Linux Mkfs Ntfs

Il modo GUI per controllare e riparare l’unità USB con i dischi

Se non ti piace digitare i comandi, puoi rivolgerti allo strumento Dischi per controllare e formattare l’unità USB. I dischi sono preinstallati su Ubuntu.

1. Visita il menu delle app e cerca “dischi”. Avvia l’app quando la trovi.

Ripara USB in Linux Trova dischi

2. Scegli la tua unità USB dall’elenco a sinistra e fai clic sull’icona con i due ingranaggi. Scegli “Ripara filesystem” e segui i passaggi della procedura guidata per riparare il filesystem.

3. Nel nostro caso, non avevamo a che fare con un problema hardware ma con la corruzione del filesystem. Sebbene il problema fosse irreparabile, potremmo riformattare la nostra unità USB e continuare a utilizzarla. Per farlo con i dischi, con l’unità USB selezionata, fare nuovamente clic sull’icona con i due ingranaggi e scegliere “Formatta partizione …”

Ripara partizione in formato dischi USB in Linux

4. Immettere un nome per l’unità USB nel campo Nome volume e scegliere tra i tre file system più popolari:

  • Ext4 per l’uso con Linux
  • NTFS per l’utilizzo con le versioni moderne di Windows
  • FAT per l’uso con entrambi, così come altri tipi di dispositivi (dagli smartphone alle console di gioco)
Ripara le opzioni di formattazione dei dischi USB in Linux

5. Notare l’opzione “Cancella”. Lascialo disabilitato per una formattazione rapida. Spostalo su On per un formato completo che cancellerà completamente i contenuti del tuo dispositivo. Quando si ha a che fare con dispositivi danneggiati che potrebbero anche avere alcuni blocchi danneggiati, è meglio scegliere l’opzione di cancellazione completa.

Ripristina dischi USB in Linux con cancellazione completa abilitata

Unità USB ringiovanita

Ora che hai riparato l’unità USB danneggiata, puoi usarla di nuovo come un’unità nuova di zecca. E se stai cercando di creare un’unità USB Linux Live, segui le istruzioni qui.

Relazionato:

  • Wi-Fi non funziona in Linux? Ecco come risolverlo
  • Come configurare e utilizzare SSH in Linux
  • 7 dei migliori strumenti per la pulizia del sistema Linux
Torna su