Îți partajați contul Netflix?  Nu pentru mult mai mult timp

Condividi il tuo account Netflix? Non per molto tempo

⌛ Reading Time: 3 minutes

Più servizi di streaming vengono offerti, più la bolletta TV può aumentare. Potresti pagare per una serie di servizi di streaming. Ciò porta molte persone a condividere i propri dati di accesso con amici e familiari per ridurre tali costi.

Netflix ha annunciato che faranno un giro di vite su questo e non permetteranno che sia così facile condividere un account, ma sembra che tu abbia del tempo prima che arrivi a quel punto.

Netflix Sharing Crackdown

Probabilmente non era intenzione di Netflix consentire alle persone di condividere il proprio account Netflix con zia, zii, nonni, cugini, il dormitorio del college, amici di lavoro, ecc.

Vogliono che tu sia in grado di condividerlo con le persone con cui vivi e / o con i tuoi parenti stretti. E poiché puoi impostare profili separati per ogni utente, è ancora più semplice in modo che la tua cronologia di navigazione non debba essere la stessa di tuo genitore o figlio.

Ma sappiamo tutti che non è necessariamente così che viene utilizzato.

Il capo prodotto di Netflix Greg Peters ha parlato all’evento sugli utili del terzo trimestre 2019 dell’azienda la scorsa settimana e ha affermato di voler affrontare la condivisione degli account senza “alienare una certa parte di [the] base di utenti. “

“Continuiamo a monitorarlo, quindi stiamo esaminando la situazione”, Ha aggiunto. “Vedremo quei modi a misura di consumatore per spingere al limite, ma non abbiamo grandi progetti in questo momento in termini di fare qualcosa di diverso lì”.

Non è noto come avrebbero represso la condivisione degli account, ma è stato suggerito che potrebbero tracciare gli indirizzi IP. Se lo facessero, tuttavia, impedirebbe alle famiglie che vivono in luoghi diversi di condividere. Ciò significa che impedirebbe a uno studente universitario di utilizzare l’account dei genitori, ma significa anche che non sarebbe in grado di condividerlo con l’intero dormitorio.

Impediscono già a più di due schermi di guardare i contenuti contemporaneamente per aiutare a sorvegliarlo.

Michael Pachter di Wedbush Securities spiega “hanno anche un modo per monitorare l’utilizzo del dispositivo e possono richiedere l’autenticazione a due fattori, anche se non l’hanno ancora implementata”.

L’azienda tecnologica Synamedia ha annunciato che può tenere traccia delle password condivise sui servizi di streaming utilizzando l’apprendimento automatico che potrebbe essere utilizzato per costringere gli utenti a pagare per il proprio account.

“La condivisione casuale delle credenziali sta diventando troppo costosa per essere ignorata”, ha affermato il responsabile del prodotto Jean Marc Racine, “parlando all’evento CES di Las Vegas all’inizio di quest’anno. “La nostra nuova soluzione offre agli operatori la possibilità di agire.”

“Molti utenti occasionali saranno felici di pagare una tariffa aggiuntiva per un servizio condiviso premium”, ha aggiunto Racine. “È un ottimo modo per mantenere le persone oneste oneste, beneficiando al contempo di un flusso di entrate incrementale.”

Come ti influenzerà?

Forse Racine dovrebbe parlare per sé. Sono un utente occasionale oltre che un utente onesto, ma non mi interessa pagare di più per Netflix di quanto non faccia già per un uso “onesto” per la mia famiglia.

E immagino che le persone che non sono “oneste” non accetteranno improvvisamente di tirare fuori i soldi per essere oneste.

In che modo ciò influirà sul tuo utilizzo di Netflix? Un giro di vite porterà via gli utenti onesti del tuo account? Sei disposto a pagare di più per il tuo uso onesto? Ditecelo in un commento qui sotto.

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.