Ce este Shebang și cum se folosește această secvență de caractere în Linux

Cos’è Shebang e come usare questa sequenza di caratteri in Linux

Una delle migliori caratteristiche di Linux è che puoi creare facilmente script progettati per automatizzare e semplificare le attività. Questo può aiutare durante l’elaborazione di grandi gruppi di file, come i file di registro se sei un amministratore di sistema o file CSV e TXT se stai facendo qualche tipo di ricerca. Tuttavia, c’è un set di personaggi molto specifico che devi capire per ottenere la sceneggiatura: lo Shebang o #!. Rispondiamo a tutte le tue domande sullo Shebang in questo tutorial, una guida su come utilizzare questo set di caratteri in Linux.

Cos’è lo Shebang?

Lo Shebang, o #!, è un set di caratteri utilizzato per indirizzare il sistema su quale interprete utilizzare. Se non hai familiarità con ciò che è un interprete, è fondamentalmente il programma che legge i comandi che inserisci nel terminale sul tuo sistema Linux. Probabilmente lo conosci come Bash, ma potresti anche usare Fsh, Zsh o Ksh.

Questo è un programma binario che legge i comandi che ci metti, come ls o xargse capisce cosa farne. Il percorso completo di solito è /bin/bash o qualcosa di simile. Consulta la nostra guida sulla struttura della directory virtuale di Linux se sei confuso su cosa significhi.

#! viene utilizzato in un file di testo di qualche tipo per caricare l’interprete appropriato per il codice che si trova sotto quel file. Potresti scrivere uno script come quello mostrato nell’immagine seguente.

Ed eseguilo come mostrato in questa immagine.

Shebang Plain Script Output

Funzionerà per te, ma dopo un po ‘potrebbe diventare fastidioso. Un modo migliore per farlo potrebbe essere come questa immagine.

Shebang Sample Script

E poi eseguilo in questo modo.

Output dello script di esempio di Shebang

Perché è stato inventato lo Shebang?

Durante l’utilizzo di Shebang è necessario un passaggio aggiuntivo durante la creazione dello script, essendo in grado di utilizzare un file ./ o “punto-barra” per eseguire i tuoi script renderà tutto più facile lungo la strada. Lo script si prende cura dell’interprete a cui passare i comandi, il che significa che non devi ricordare. Questo è ottimo se lo stai pianificando come un cron job o se stai eseguendo script da altri script.

Rende il sistema più semplice da amministrare perché indipendentemente dal fatto che si desideri che Bash, Zsh o Python interpretino il contenuto dei file, averlo come prima riga del proprio script lo renderà semplice.

Come si usa lo Shebang?

È molto semplice: basta digitarlo nella prima riga del file di script insieme al percorso assoluto dell’interprete a cui si desidera passare i comandi. Ecco un paio di esempi:

Una volta che è nel file, inizia a digitare sotto di esso. Al termine, salva il file e rendilo eseguibile eseguendo uno dei seguenti comandi:

Realizzeranno entrambi la stessa cosa. Da lì, tutto ciò che devi fare è eseguire lo script in questo modo:

E hai finito! È così semplice.

Se ti è piaciuta questa guida su come usare Shebang, assicurati di controllare alcuni dei nostri altri how-to su Linux, come le nostre guide sulla correzione dell’errore “Nessuno spazio rimasto sul dispositivo” e sulla riparazione di un’unità USB danneggiata.

Relazionato:

  • Come utilizzare i comandi Bash For Loop
  • 6 dei migliori editor di testo Linux
  • La guida per principianti allo scripting su Linux
Torna su