Diferențe între confidențialitate și securitate și de ce ar trebui să vă pese

Differenze tra privacy e sicurezza e perché dovrebbe interessarti

⌛ Reading Time: 3 minutes

Le parole “privacy” e “sicurezza” sono spesso usate in modo intercambiabile quando si parla di aspetti della sicurezza su Internet. Molte aziende tecnologiche useranno questi termini per enfatizzare la tranquillità di un utente nelle loro strategie di marketing. Sebbene esistano associazioni molto strette tra i due concetti, si tratta di idee separate che ciascuna ha il proprio ruolo da svolgere nella vita quotidiana di tutti coloro che utilizzano tecnologie connesse e forniscono informazioni personali alle aziende. Comprendere la differenza può aiutarti a prendere decisioni più consapevoli su come scegli di condividere le tue informazioni e quale software scegli di utilizzare.

Perché questi termini sono mescolati insieme

Si parla spesso di sicurezza e privacy come se fossero la stessa cosa. Questa confusione è spesso dovuta alle associazioni interne che facciamo con le aziende che ci forniscono servizi online. Ad esempio, supponiamo che un’azienda con server altamente sicuri possa garantire la nostra privacy. Se uno sviluppatore di software afferma di utilizzare una crittografia ultra sicura, riteniamo che le informazioni che condividiamo rimarranno private perché gli hacker non possono accedervi. Sebbene l’associazione tra privacy e sicurezza non sia necessariamente imperfetta, è pericoloso presumere che le tue informazioni siano private solo perché si trovano dietro un muro di crittografia. Dopo tutto, gli hacker non sono le uniche persone che vedono le tue informazioni come qualcosa di prezioso.

Rendere le differenze più evidenti

Per sottolineare la differenza tra privacy e sicurezza, avremo bisogno di costruire alcuni scenari. Cominciamo con uno scenario che enfatizza un’elevata sicurezza ma una mancanza di privacy

In questo scenario uno sviluppatore di software ti fornisce un database altamente crittografato che ti consente di memorizzare le tue informazioni. Quando lo fai, tuttavia, la società condividerà queste informazioni con terze parti (inserzionisti, affiliati, ecc.) Che potrebbero non disporre di un’infrastruttura di sicurezza così forte come le persone a cui hai affidato i tuoi dati. Decidi di farlo comunque perché non hai letto i caratteri piccoli nei loro termini di servizio e quindi sei ignaro di ciò che viene fatto con i tuoi dati. In questo scenario i tuoi dati sono (in qualche modo) al sicuro dagli hacker, ma non sono privati ​​da nessuno sforzo di immaginazione.

Altrettanto facilmente, potrei fornirti uno scenario con bassa sicurezza ma privacy molto alta:

Qui stai condividendo dati molto personali con un’azienda che utilizza una crittografia end-to-end debole (o nessuna) nel suo database. Il fatto è che i dati vengono utilizzati solo per un periodo di tempo molto breve (secondi o minuti) e non forniscono abbastanza tempo agli hacker per rendersi conto che esistono. Al termine, i dati vengono eliminati immediatamente. Ciò garantisce che nessuno sarà in grado di visualizzarlo, rendendo così i dati privati ​​anche se potrebbe non essere stato molto sicuro.

Con questi due scenari, è facile notare come la sicurezza e la privacy siano in realtà due concetti completamente diversi. La privacy è qualcosa di personale, qualcosa legato alla fiducia che puoi avere con l’azienda che archivia le tue informazioni. La sicurezza, d’altra parte, ha più a che fare con quanto un’entità protegge i dati che memorizza dagli intrusi. Il takeaway qui è: non tutte le aziende che proteggono i tuoi dati possono garantirne la privacy.

Perché questo è importante

securityprivacy-keys

Quando un’azienda ti offre un servizio “super-duper-ultra crittografato”, non significa necessariamente che i dati forniti rimarranno privati. Sii consapevole di questo. L’unica cosa che la sicurezza impedisce è l’intrusione da parte di hacker (su quel particolare database). A volte le terze parti con cui queste società condividono le tue informazioni potrebbero avere una sicurezza più debole, offrendo comunque agli hacker un modo a prescindere dalla sicurezza dei tuoi dati sul server con cui hai scelto di condividerli. Questi tipi di variabili dovrebbero avere un forte impatto sulla scelta di utilizzare o meno un servizio online e sui dati che scegli di condividere. Dovrebbe tener conto della tua analisi costi-benefici.

Quali servizi pensi ti offrano sia privacy che sicurezza? E perché? Ditecelo in un commento!

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

[pt_view id="5aa2753we7"]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *