Facebook afferma di aver preso provvedimenti contro milioni di post che recitano male

Facebook behauptet, es habe Maßnahmen gegen Millionen von schlecht handelnden Posts ergriffen
⏱️ 3 min read

Ciò di cui Facebook ha davvero bisogno è un po ‘di buone PR. La sua reputazione, così come quella del CEO Mark Zuckerberg, negli ultimi cinque anni ha subito un duro colpo e, di conseguenza, ha perso la fiducia degli utenti.

Sembra che negli ultimi tempi Facebook abbia fatto un deciso tentativo di cambiare le percezioni, e forse per questo motivo hanno rivelato questa settimana tutte le materiali pubblicati che hanno recitato male e che sono stati rimossi per motivi di violazione delle regole che vietano l’incitamento all’odio, le molestie e lo sfruttamento sessuale dei minori.

Pulire

Il nuovo rapporto sulla trasparenza di Facebook che è stato recentemente rilasciato mostra i suoi continui sforzi per utilizzare l’intelligenza artificiale per evidenziare contenuti innocui prima che gli utenti li vedano e per superare in astuzia coloro che cercano di aggirare la censura.

Negli ultimi due trimestri, Facebook afferma di aver rimosso o etichettato più di 54 milioni di contenuti che giudicava violenti ed espliciti. In tutto 18,5 milioni di articoli sono stati determinati come nudità di bambini o sfruttamento sessuale, 11,4 milioni di post hanno infranto la regola che proibisce l’incitamento all’odio e 5,7 milioni di caricamenti hanno infranto le politiche di bullismo e molestie.

Il rapporto ha anche mostrato per la prima volta gli sforzi per fare lo stesso con Instagram. C’erano più di 1,2 milioni di foto o video che riguardavano nudità di bambini o sfruttamento sessuale e 3 milioni di post violavano le regole che vietano la vendita di droghe illegali.

Tra il 1 ° aprile e il 30 settembre, Facebook ha intrapreso più azioni contro i suoi contenuti rispetto ai sei mesi precedenti. Quindi 53 milioni di contenuti sono stati rimossi per violenza eccessiva, 13 milioni per sfruttamento minorile, 7,5 milioni per incitamento all’odio e 5,1 milioni per bullismo. Ma non stanno incolpando i numeri dell’aumento dei post che recitano male, stanno accreditando l’inasprimento delle loro regole e gli sforzi per cercare e trovare il contenuto offensivo.

Zuckerberg ha ammonito parlando con i giornalisti di non giungere alla conclusione che “poiché stiamo segnalando grandi numeri, ciò deve significare che sul nostro servizio si verificano molti più contenuti dannosi rispetto ad altri”. Ha aggiunto, “quello che dice è che stiamo lavorando più duramente per identificare questo e agire per questo”.

Ma a Facebook viene chiesto di fare ancora di più. Questo dopo che nell’ultimo anno troppi problemi hanno avuto i legislatori statunitensi che hanno minacciato di creare e approvare leggi che avrebbero ritenuto le aziende tecnologiche responsabili della mancata sorveglianza dei loro siti e servizi.

Sicuramente uno di questi problemi è stato il video del sicario che attacca due moschee a Christchurch, in Nuova Zelanda, che si è diffuso rapidamente su Facebook e altri social media. Il video è stato in grado di aggirare i sistemi che hanno lo scopo di impedire la pubblicazione di tali contenuti.

Sono stati rilasciati anche nuovi dati su quell’attacco. Il social network ha rimosso 4,5 milioni di contenuti correlati all’attacco tra il giorno in cui si è verificato il 15 marzo e il 30 settembre. Il problema è che le persone hanno già visto questo contenuto nel momento in cui è stato rimosso.

Facebook afferma che anche la sua intelligenza artificiale è migliorata. L’80% dell’incitamento all’odio rimosso è stato rilevato prima che gli utenti lo vedessero. Sebbene questo tasso sia inferiore rispetto ad altre aree, è comunque un miglioramento.

Gli altri misurano?

Zuckerberg è stato critico nei confronti di altre società tecnologiche per non aver pubblicato la stessa quantità di dati sui contenuti che rimuovono. Non ha indicato a quale dei concorrenti di Facebook si riferiva.

“Come società, non sappiamo quanto di questo contenuto dannoso sia disponibile e quali aziende stiano facendo progressi”, ha affermato.

I risultati spinti da Facebook ti fanno cambiare idea al riguardo? O Zuckerberg e il suo social network hanno perso definitivamente il tuo sostegno? Fateci sapere i vostri pensieri e le vostre preoccupazioni nei commenti qui sotto.

Join our Newsletter and receive offers and updates! ✅

0 0 votes
Article Rating
Avatar di Routech

Routech

Routech is a website that provides technology news, reviews and tips. It covers a wide range of topics including smartphones, laptops, tablets, gaming, gadgets, software, internet and more. The website is updated daily with new articles and videos, and also has a forum where users can discuss technology-related topics.

Potrebbero interessarti anche...

Subscribe
Notificami
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x