Google annuncia che inizierà a utilizzare la verifica in due passaggi automaticamente

Google annuncia che inizierà a utilizzare la verifica in due passaggi automaticamente

Abbiamo sentito spesso che l’autenticazione a due fattori è la strada da percorrere, che il passaggio aggiuntivo contribuirà a mantenere i tuoi account più sicuri. Google è così d’accordo con questo che prevede di utilizzare automaticamente ciò che chiama 2SV (verifica in due passaggi) su tutti gli account. A tutti gli effetti, la verifica in due passaggi è solo un altro modo per fare riferimento alla 2FA (autenticazione a due fattori). I due termini sono spesso intercambiabili.

Piano di Google per l’utilizzo automatico della verifica in due passaggi

Google presentato in un file post sul blog i problemi con l’accesso con solo una password: “Sono facili da rubare, sono difficili da ricordare e gestirli è noioso”. Aggiunge che una password lunga non è sempre più sicura, poiché tende a farle utilizzare dalle persone per più di un account, poiché non vogliono ricordare più password lunghe.

Notando che “tenerti al sicuro online è la nostra massima priorità”, Google ha fornito un’anteprima della sua nuova politica di verifica in due passaggi. Attualmente, ai titolari di un account Google viene chiesto di iscriversi alla verifica in due passaggi, ma in futuro verranno registrati automaticamente.

Il post del blog spiega il processo di verifica in due passaggi di Google che prevede l’utilizzo di un dispositivo mobile come secondo passaggio del processo di verifica. Gli utenti verificano la propria identità toccando un messaggio di Google quando accedono. “L’utilizzo del proprio dispositivo mobile per accedere offre alle persone un’esperienza di autenticazione più sicura e protetta rispetto alle sole password”.

Google sta “integrando tecnologie di sicurezza avanzate nei dispositivi per rendere questa autenticazione a più fattori senza soluzione di continuità e ancora più sicura di una password. Ad esempio, abbiamo creato i nostri token di sicurezza direttamente nei dispositivi Android e lanciato la nostra app Google Smart Lock per iOS, quindi ora le persone possono utilizzare i loro telefoni come forma di autenticazione secondaria “.

Password Manager e importazione delle password

L’aggiunta automatica di 2SV a tutti gli account si aggiungerà agli altri modi in cui Google mantiene già al sicuro il processo di accesso. Ciò include Password Manager e Password Import.

Password Manager è integrato in Chrome, Android e persino iOS. Rende più facile creare e utilizzare password complesse e univoche senza doverle ricordare. Inserirà automaticamente la tua password quando accedi e utilizza anche Google Security Checkup per farti sapere se le tue password sono state compromesse, se stai riutilizzando una password e la forza della tua password.

Google 2sv.gmail

L’importazione delle password consente agli utenti di caricare le password, fino a 1.000 alla volta, da siti di terze parti in Password Manager.

Naturalmente, potresti essere soddisfatto del tuo attuale gestore di password e dell’attuale processo di verifica in due passaggi. Insisti. Sappi solo che Google offre un’altra opzione.

Francamente, Google ha bisogno di un po ‘di PR per garantire la sicurezza dell’utilizzo dei suoi servizi. Forse l’aggiunta di questi servizi, automatici o meno, aiuterà il pubblico a vedere l’azienda in modo un po ‘diverso, mantenendo gli account al sicuro nel processo.

“Un giorno, speriamo che le password rubate appartengano al passato perché le password appartengono al passato, ma fino ad allora Google continuerà a proteggere te e le tue password”.

Continua a leggere per scoprire come l’utilizzo di 2FA associato a numeri di telefono riciclati può anche essere un rischio per la sicurezza.

Torna su