O Google lança mudança para cookies de terceiros: Flocks

Google introduce la modifica ai cookie di terze parti: Flocks

È ora che ci rendiamo conto che monitorare la nostra posizione online è un grande affare nel mondo della tecnologia. Facebook e Apple discutono da mesi sul piano di Apple di informare gli utenti di quali app conservano i dati su di loro. Ora Google annuncia una modifica ai cookie di terze parti: prevede di sostituirli con “Flock”.

Come Google utilizza i cookie di terze parti

Prima di esaminare il cambiamento che Google sta introducendo, dobbiamo discutere il suo sistema attuale con i cookie di terze parti. Questi sono diversi dai cookie proprietari, ma registrano tutti informazioni su di te. I cookie proprietari vengono registrati per mantenerti connesso a un sito Web in modo che non sia necessario fornire il nome utente e la password ogni volta che visiti: l’app ti ricorda.

Periodicamente, potrebbe essere necessario reimpostare i cookie in prima persona. Questo ti costringe a dover accedere di nuovo a tutti quei siti. C’è anche una notifica su questi siti che avverte che sta mantenendo i cookie su di te. Ti viene spesso chiesto di accettarlo.

I cookie di terze parti sono diversi. Le reti pubblicitarie conservano dati su quali siti visiti e cosa fai lì. Questi vengono utilizzati per decidere quali annunci mostrarti.

Sono tutti affari. Questo è il modo in cui i siti web guadagnano, facendo clic sugli annunci che ti vengono mostrati. È tutto ciò che conta. A loro non interessa tanto quello che stai facendo quanto le tue abitudini di navigazione. Il business degli annunci digitali è enorme per le aziende più grandi come Facebook e Google.

Più dell’ottanta percento dell’attività di Google proviene dalla vendita di annunci. Nel complesso, rappresenta il 30 percento del mercato totale degli annunci digitali. La sua attività dipende dalla ricerca di un modo per vendere annunci. Se aziende come Apple vogliono controllare quali altre società fanno soldi con te, Google ha bisogno di tornare lì in qualche modo.

Google’s Change to Flocks

Questa settimana Google ha annunciato un test che verrà eseguito nel secondo trimestre del 2021. Si riferisce al cambiamento come Federated Learning of Cohorts – FLoC o Flocks. Dice che è stato “incoraggiato da ciò che abbiamo osservato e dal valore che questa soluzione offre a utenti, editori e inserzionisti”.

Il browser Safari di Apple blocca già i cookie di terze parti e lo fa dall’anno scorso. Altri browser, come Brave, hanno deciso di bloccare l’attività dei cookie di terze parti. Ciò lascia a Google la necessità di elaborare un piano per il suo browser Chrome. È doppiamente coinvolto: sebbene abbia un browser, deve anche vendere annunci per altre aree della sua attività.

Google Cookies Flocks Ads

“Creando simulazioni basate sui principi definiti nella proposta Chrome FLoC, i team pubblicitari di Google hanno testato questa alternativa per la privacy ai cookie di terze parti”, ha affermato Chetna Bindra, product manager per la fiducia e la privacy di Google, in una dichiarazione.

“I risultati indicano che quando si tratta di generare segmenti di pubblico basati sugli interessi, FLoC può fornire un segnale sostitutivo efficace per i cookie di terze parti”.

Gli stormi funzionano vendendoti annunci in base non al tuo utilizzo, ma al tuo e ad altri come te. Assegna un identificatore di gruppo a te e ad altri con interessi comuni come te.

Mentre i cookie ti tracciano per conoscere il tuo sesso, l’età approssimativa, se possiedi o noleggi, con chi vivi e cosa hai cercato su Google di recente, Flocks ti mette in contatto con altri per sesso, fascia di età, stato della casa, posizione, e stato di famiglia.

Google Cookies Flocks Android

Ci sono ancora argomenti contro questo. Gli stereotipi sono coinvolti in alcuni dati demografici. E i siti non hanno bisogno di tracciarti per fornirti annunci. Può fornire qualsiasi annuncio, non è necessario che sia mirato. Ma i siti vogliono fornire annunci su cui farai clic in modo che possano guadagnare dollari pubblicitari.

Google vuole dire che il business di Internet prospera sulla pubblicità digitale e ha bisogno di tali informazioni di monitoraggio. Tuttavia, è più importante per Google rispetto ad altri, poiché il suo ecosistema è così coinvolto, tra Chrome, YouTube, il motore di ricerca, ecc.

Altri ostacoli per Google

Dal momento che Google non utilizza i cookie e passa a Flocks, non sta solo influenzando la sua attività, ma impedirà anche ai suoi concorrenti di accedere alle informazioni sui cookie. Google viene aiutato su e giù per il tabellone, indipendentemente da ciò che stanno presentando.

Il Regno Unito sta progettando di indagare sui piani di Google con Flocks, poiché si teme che sia anticoncorrenziale. Guadagnerà comunque con gli annunci della rete di ricerca negando ad altri il diritto a tali dati quando si utilizzano Flock.

Google Cookies Flocks Search

Questo è il vantaggio nel mondo digitale per le grandi aziende tecnologiche: Apple, Google, Facebook e Amazon. Hanno le mani in tutto. Non sono così influenzati dai cambiamenti quanto potrebbero presagire.

Facebook e Apple continueranno entrambi a fare soldi, indipendentemente dalle loro argomentazioni, proprio come farà Google, sia che utilizzino cookie o Flock. Il suo prossimo test potrebbe esaminare quanti soldi può guadagnare con Flocks piuttosto che se ciò sarà dannoso per il suo modello di business.

Continua a leggere per scoprire una voce secondo cui Apple sta sviluppando un proprio motore di ricerca, il che, ovviamente, inciderebbe sui soldi che Google sta guadagnando dai clienti Mac e iOS.