Benötigen Sie einen 360-Hz-Monitor? Ultrahohe Aktualisierungsraten erklärt

Hai bisogno di un monitor a 360 Hz? Spiegazione delle velocità di aggiornamento elevatissime

Mentre i giocatori e i consumatori sono diventati in qualche modo abituati ai display a 144 Hz negli ultimi anni, le più recenti spinte tecnologiche hanno visto emergere sul mercato monitor a 360 Hz. Un monitor a 360 Hz è un utile aggiornamento oltre i 144 Hz? Qui rispondiamo a queste e ad altre domande.

Comprensione della frequenza di aggiornamento del monitor e della frequenza fotogrammi

La velocità di aggiornamento si riferisce al numero di volte in cui un monitor si “aggiorna” con un nuovo fotogramma in un secondo. La frequenza di aggiornamento standard per la maggior parte dei monitor, TV e telefoni è di 60 Hz. La frequenza di aggiornamento è strettamente legata al framerate (FPS), ma i due non sono esattamente la stessa cosa.

Puoi eseguire un gioco a 100 FPS su un monitor a 60 Hz, ma in realtà non vedrai tutti i vantaggi di 100 FPS. Questo perché la tua frequenza di aggiornamento determina il framerate massimo che il tuo monitor può effettivamente visualizzare.

Inoltre, l’esecuzione di giochi a una frequenza di fotogrammi superiore a quella supportata dal monitor comporterà uno strappo dello schermo, che è di disturbo per qualsiasi esperienza di gioco.

Una rapida nota sui tempi di risposta e sui tipi di panel

Quando si esaminano schermi ad alta frequenza di aggiornamento, il tempo di risposta e il tipo di pannello diventano molto più importanti.

Tempo di risposta (chiamato più accuratamente tempo di risposta dei pixel) misura il tempo impiegato dai singoli pixel per cambiare i colori. Se il tempo di risposta è troppo alto, l’immagine sarà soggetta a immagini fantasma e artefatti, il che riduce i vantaggi di un’elevata frequenza di aggiornamento in primo luogo.

Tipo di pannello ha un impatto diretto sul tempo di risposta dei pixel a causa dei limiti delle tecnologie attualmente sul mercato. I tre principali tipi di pannello sono TN, IPS e VA.

  • I pannelli TN hanno i tempi di risposta più bassi e le frequenze di aggiornamento più elevate, ma al costo di una qualità dell’immagine molto peggiore, particolarmente evidente se visti fuori asse.
  • I pannelli IPS possono avere ottimi tempi di risposta e frequenze di aggiornamento e avere la migliore qualità dell’immagine, ma tendono ad essere proibitivamente costosi e leggermente più lenti dei pannelli TN su tutta la linea. Anche gli angoli di visuale sono i migliori.
  • I pannelli VA sono una discreta via di mezzo con prestazioni particolarmente buone in camera oscura, ma i pannelli VA sono anche i più noti per avere tempi di risposta scadenti, anche su display VA ad alta frequenza di aggiornamento. Tuttavia, gli angoli di visuale tendono ad essere migliori del TN.
Spiegazione dei monitor a 360 Hz Dimostrazione dell'angolo di visione
Credito immagine: RTings.comTest dell’angolo di visione di Dell 2718dgf, un monitor TN di fascia alta.

Con tutte queste informazioni in mente, consigliamo di attenersi a pannelli TN o IPS se si sceglie di optare per un monitor ad alta frequenza di aggiornamento (144 Hz o superiore) e un tempo di risposta di 5-1 ms, 1 ms è il caso migliore per un display a 360Hz.

In che modo la frequenza di aggiornamento (e la frequenza di fotogrammi) influiscono sul tuo gameplay

Una frequenza di aggiornamento e un framerate più elevati ti rendono migliore nei giochi?

Sì e no. In definitiva, la tua abilità e la tua pratica saranno ciò che determina i tuoi risultati, specialmente nei titoli di eSports. Tuttavia, framerate e frequenze di aggiornamento bassi sono un po ‘uno svantaggio, soprattutto se hai difficoltà a mantenere i 60 FPS.

La vita reale non è percepita in singoli fotogrammi come i film oi giochi, ma se lo fosse, potresti immaginarla come un framerate effettivamente illimitato. L’unico limite alla tua capacità di reagire alle cose nella vita reale è la tua coordinazione occhio-mano.

I monitor sono un’altra storia, però, e anche un monitor a 144 Hz è ben lontano dal movimento realistico. Il modo più semplice per spiegare la differenza tra due giocatori altrimenti uguali con monitor diversi è che quello con la frequenza di aggiornamento più alta vede l’aggiornamento del gioco più velocemente dell’altro giocatore.

Soprattutto nei giochi d’azione ad alto numero di ottani, questo può fare la differenza. Se vuoi saperne di più, controlla lo studio di Nvidia. Questa ricerca mostra un miglioramento tangibile delle prestazioni dei giocatori nei titoli Battle Royale con frequenze di aggiornamento più elevate.

Spiegazione dei monitor a 360 Hz Esempio di Nvidia
Credito immagine: Nvidia

Vuoi provare tu stesso diverse frequenze di aggiornamento? Fare clic qui per aprire il test UFO in un browser desktop compatibile. (Nota: sarai comunque limitato dalla frequenza di aggiornamento del tuo monitor corrente ma sarai in grado di vedere facilmente la differenza tra FPS alto e basso.)

Conclusione: hai bisogno di un monitor a 360 Hz?

Se vuoi un’esperienza di gioco competitiva senza compromessi, soprattutto a livello professionale, allora ne hai bisogno.

Ma per il giocatore e il consumatore medio, il più grande vantaggio che vedrai dopo l’aggiornamento da 60 Hz è a 144 Hz. 240 Hz e 360 ​​Hz offrono ulteriori vantaggi, ma questi sono in definitiva marginali rispetto al salto da 60 a 144 e hanno un grande costo monetario.

Anche a parte il prezzo molto più alto dei monitor stessi, dovrai spendere molto di più per l’hardware del tuo PC per spingere effettivamente i 360Hz – e se stai giocando su console, non puoi comunque andare oltre i 120Hz.

Un monitor ad alta frequenza di aggiornamento è un ottimo aggiornamento per qualsiasi esperienza di gioco, ma alla fine l’unico modo per migliorare in un gioco è … migliorare in un gioco. Un monitor di fantasia non lo farà per te.

Relazionato:

  • Come eseguire il gioco multi-monitor in Windows 10
  • Come utilizzare il pannello di controllo NVIDIA per overcloccare il monitor
  • Come calibrare il monitor alla perfezione gratuitamente
Torna su