Benötigen Sie eine Skype-Alternative?  Probieren Sie Ring, die sichere P2P-Kommunikationsplattform

Hai bisogno di un’alternativa a Skype? Prova Ring, la piattaforma di comunicazione P2P sicura

⌛ Reading Time: 5 minutes

Hai mai desiderato di poter eliminare l’intermediario quando comunichi su Microsoft Skype o Google Hangouts? In tal caso, potresti prendere in considerazione l’idea di controllare Ring. È un nuovo programma che estrae audio / video e messaggistica istantanea dal server e lo rende tutto peer-to-peer.

E ‘questa una buona idea? Ring e la sua natura decentralizzata e incentrata sulla privacy potrebbero davvero assumere qualcosa di così ricco di funzionalità come i client video tradizionali disponibili oggi? In questo articolo cerchiamo di scoprirlo! Come si impila Ring come messaggio e programma di chiamata? Scopriamolo!

Cosa rende speciale Ring?

Non è la tipica piattaforma di messaggi. Non ti iscrivi a un servizio. Non esiste un sistema di amici e nessuna richiesta di amicizia. Basta condividere il tuo ID privato con qualcuno e poi potranno inviarti messaggi. Si avvia il programma e viene generato crittograficamente un numero di identificazione sicuro da utilizzare. Ciò significa che tutto è molto sicuro.

In effetti, non esiste un server centrale a cui connettersi quando si parla con i propri amici, quindi tutto viene eseguito esclusivamente su base peer-to-peer (utilizzando il protocollo OpenDHT) e crittografato con AES-128. Basti pensare che ci sono ottime possibilità che la tua comunicazione sia sicura utilizzando questo strumento.

squillo di chiamata

Quando si utilizza la chat video o audio, la larghezza di banda può essere un problema. Se gestisci un podcast, ad esempio, e fai affidamento sul fatto che i tuoi ospiti si presentino tramite Skype per i video, devi fare affidamento su Microsoft che consente alla tua connessione di essere veloce e affidabile. Con Ring, Microsoft viene eliminata, perché fa comunicazione punto a punto. Ti connetti direttamente a quella persona e puoi conversare senza l’intermediario. È utile per scopi di larghezza di banda, ma la privacy gioca un ruolo anche in questo per alcuni.

Installazione

Nota: Ring è disponibile per Linux, Windows, Mac OS X e Android. In questo articolo abbiamo a che fare con la versione Linux.

Ring può essere facilmente scaricato per Debian, Fedora e Ubuntu. Per scaricare, basta vai a questa pagina e seleziona la tua distribuzione Linux.

L’installazione di Ring è leggermente diversa rispetto ad altri software. Il metodo usuale è scaricare il file .deb o .rpm e fare doppio clic per installarlo. Per Ring ti offre tutta una serie di comandi da inserire.

Apri una finestra di terminale e inserisci quanto segue, a seconda del tuo sistema operativo:

Ubuntu 16.04

Debian 8

Fedora 23

Se stai usando qualcosa come Arch o Slackware, dovrai aspettare le versioni future, poiché il programma è nelle fasi di sviluppo. Ring può essere installato anche su Android, Windows e Mac OS X.

Utilizzo

ring-first-boot

Quando avvii Ring ti viene chiesto di inserire un nome utente. Una volta che lo fai, Ring genererà un nome utente. Questo è molto diverso dalla registrazione a un servizio e dalla creazione di una password e di un nome utente. Invece ottieni un codice esadecimale e un codice QR per dispositivi mobili.

anello-aggiunta-amico

Da qui è possibile aggiungere un contatto incollando il codice Ring hex ID. Inoltre, i tuoi amici possono scansionare il codice QR generato o inserire il tuo ID per effettuare una videochiamata o inviarti un messaggio.

Quando ti sposti nell’area delle impostazioni di Ring, ciò che vedrai è standard per la maggior parte (se non tutti) gli strumenti di messaggistica video. Le impostazioni sono semplici e all’interno ci sono tre sezioni: Generale, Media e Account.

ring-general-settings

L’area delle impostazioni generali è solo un hub per modificare alcune cose di base: eseguire lo squillo all’avvio, nascondersi nel vassoio invece di uscire, mettere a fuoco il programma durante le chiamate in arrivo, orientamento della chat e cronologia chat.

ring-media-settings

Le impostazioni multimediali sono il posto dove andare quando è necessario modificare le impostazioni della fotocamera e dell’audio. Ti sarà consentito modificare il server audio che utilizza (Pulse, Alsa, ecc.), Il dispositivo di suoneria, nonché input e output. Oltre a ciò è possibile modificare anche diverse impostazioni della telecamera: il dispositivo della telecamera, il canale, la risoluzione e il frame rate.

Conclusione

Ring è in beta e attualmente in fase di sviluppo, quindi le cose sono un po ‘irregolari. Mentre lo usavo ho avuto alcuni problemi, soprattutto durante le videochiamate. Nel complesso, la tecnologia sotto il cofano è promettente. Realizzare un servizio decentralizzato non è una novità, soprattutto con la messaggistica. Tuttavia, con quanto sia già impressionante Ring, forse hanno quello che serve per lasciare un segno reale nel modo in cui comunichiamo online.