Il Congresso si unisce alla lotta contro lo spyware straniero

Congress Joins Fight Foreign Spyware Featured
⏱️ 4 min read

Parte di ciò che rende difficile porre fine all’hacking è che ce n’è così tanto. C’è un “ware” per tutto: malware, ransomware e persino spyware. Con questa sovrabbondanza, il Congresso degli Stati Uniti inizierà finalmente a esaminare lo spyware straniero, in particolare Pegasus.

Interesse della Commissione per l’intelligence della Camera nel gruppo NSO

Non stiamo parlando nemmeno di qualsiasi spyware; si tratta di spyware noto per aver intercettato giornalisti, attivisti e soprattutto funzionari statunitensi.

Nello specifico, stiamo parlando di software di NSO Group che ha sede in Israele. Spia gli utenti mobili tramite i loro smartphone. Pegaso è autorizzato ad essere venduto ai governi solo con l’intento di prevenire il terrorismo e la criminalità. Eppure, secondo i giornalisti, non è rimasto esclusivamente per quell’uso.

Il Congresso si unisce al Fight Foreign Spyware Group
Fonte immagine: Spruzza

Il problema è che lo spyware non sta solo colpendo i funzionari governativi, ma sta anche causando problemi agli amici e alle famiglie dei funzionari governativi, ai giornalisti, ecc.

Il Citizen Lab dell’Università di Toronto ha riferito che il figlio adolescente di un giornalista della CNN era caduto vittima di Pegasus. Un’altra vittima di Pegasus, Carine Kanemba, figlia dell’attivista che ha ispirato il film “Hotel Rwanda”, testimonierà davanti alla House Intelligence Committee. In precedenza ha osservato che i dittatori con accesso alla tecnologia “non rendono sicuri gli americani”.

Il Congresso si unisce alla lotta contro la codificazione dello spyware straniero
Fonte immagine: Pexel

Il rappresentante Jim Himes, che siede nel comitato della Camera, ha affermato che il Congresso non è stato in cima allo spyware straniero, poiché pochi legislatori hanno un’idea della situazione. Inoltre, il Congresso non è noto per essere esperto di tecnologia. Pensa che la situazione potrebbe cambiare, però.

“Non sono sicuro che cinque anni fa avremmo mai immaginato che un piccolo paese africano potesse affidare capacità simili alla NSA all’ambasciatore degli Stati Uniti”.

Preoccupazioni più recenti di spyware straniero

Il Congresso è finalmente preoccupato per lo spyware straniero ed è disposto a farsi coinvolgere. L3Harris, con sede negli Stati Uniti, ha cercato di acquistare NSO Group, ma la Casa Bianca si è preoccupata. Secondo quanto riferito, i dirigenti della società hanno affermato che i funzionari delle spie statunitensi hanno dato loro il via libera per l’acquisizione.

“Nel momento in cui sappiamo che è là fuori e non ci piace, il momento successivo abbiamo bisogno di comprarlo”, ha detto Himes dell’interesse dell’FBI. “L’FBI non è stato così disponibile come avremmo voluto sulla natura del loro acquisto”.

Il Congresso si unisce alla lotta contro il malware spyware straniero
Fonte immagine: Spruzza

L’anno scorso, il Congresso ha approvato una legge che richiede al Dipartimento di Stato di creare un elenco di venditori di spyware con cui non faranno più affari. Più recentemente, nelle ultime settimane, la Camera ha aggiunto disposizioni nei progetti di legge annuali sulla difesa e sull’intelligence che renderanno più difficile per i gruppi statunitensi acquistare società menzionate in un elenco di restrizioni commerciali del Dipartimento del Commercio. Il gruppo NSO sembra essere in quella lista.

Inoltre, la portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale Adrienne Watson sta promuovendo uno “sforzo senza precedenti a livello di governo per contrastare la proliferazione di strumenti di hacking commerciale stranieri tra gli attori che ne fanno un uso improprio”.

Ciò include il divieto al governo di acquistare o utilizzare spyware stranieri. Hines vorrebbe che gli Stati Uniti lavorassero allo sviluppo di metodi per trovare spyware difficili da rilevare, quindi condividessero le informazioni con gli alleati del paese. Kanemba vorrebbe che gli Stati Uniti non fossero così veloci nel fornire aiuti esteri ai paesi che utilizzano spyware.

Il Congresso si unisce alla lotta contro lo spyware straniero
Fonte immagine: Spruzza

Il ricercatore senior di Citizen Lab John Scott-Railton ritiene che gli Stati Uniti dovrebbero avere divieti a vita per impedire che ex funzionari del governo vengano assunti da società di spyware. Inoltre, tali società non dovrebbero ricevere i soldi dei contribuenti.

Con il crescente interesse del Congresso per lo spyware straniero, forse questo porterà a un maggiore interesse per il malware e l’hacking in generale in modo che possiamo forse porre fine alla preoccupazione. Si spera che il malware Emotet abbia iniziato a suscitare l’interesse del Congresso quando si è scoperto che stava inviando e-mail mascherate da IRS.

Credito immagine: Spruzza

Join our Newsletter and receive offers and updates! ✅

0 0 votes
Article Rating
Avatar di Routech

Routech

Routech is a website that provides technology news, reviews and tips. It covers a wide range of topics including smartphones, laptops, tablets, gaming, gadgets, software, internet and more. The website is updated daily with new articles and videos, and also has a forum where users can discuss technology-related topics.

Potrebbero interessarti anche...

Subscribe
Notificami
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x