In che modo Linux mobile differisce da Linux desktop

Cum diferă Mobile Linux de Desktop Linux
⌛ Reading Time: 4 minutes

Il prossimo anno potrebbe essere “l’anno del desktop Linux” per sempre, ma i sistemi operativi mobili non stanno aspettando. Rappresentano la crescita più rapida del kernel Linux, alimentando la stragrande maggioranza dei dispositivi mobili. Ma come può funzionare lo stesso kernel sul desktop e su un sistema mobile? Dopo tutto, Android non fa molto per un sistema operativo desktop. Le regole di base rimangono le stesse, ma ci sono differenze significative tra i sistemi operativi mobili e desktop.

Cos’è Mobile Linux?

Mobile Linux è qualsiasi sistema operativo mobile basato sul kernel Linux, creato per la prima volta da Linux Torvalds negli anni ’90. Il kernel è il cuore del sistema operativo: come le fondamenta di un edificio, sostiene il resto del computer e controlla le operazioni di input e output.

Proprio come sul desktop, esiste più di una distribuzione Linux per dispositivi mobili. Android è il più popolare e il più conosciuto, anche se potrebbe essersi allontanato dalle basi filosofiche di Linux. Android è il miglior sistema operativo mobile in termini di unità vendute in tutto il mondo ed è basato sul kernel Linux. Google ha sviluppato a fondo il sistema operativo da quell’adattamento. La filosofia Linux è mantenuta meglio da Replicante, un fork FOSS di Android che enfatizza la libertà e la sicurezza.

Esistono anche altri sistemi operativi mobili basati su Linux e molti altri sono disseminati nel cimitero dei progetti open source. Le distribuzioni più note includono build del kernel Linux come PureOS, Ubuntu Touch (ora supportato dalla comunità da UBports), e postmarketOS, così come le porte Android come Replicant, LineageOS, e Plasma.

Ovviamente, va notato che desktop Linux può essere installato su quasi tutti i dispositivi mobili. Tuttavia, non è questo ciò di cui stiamo discutendo qui. Descriveremo le distribuzioni Linux create appositamente per i dispositivi mobili.

Architettura di sicurezza e autorizzazione

I sistemi operativi mobili hanno metodi diversi per garantire la privacy degli utenti. Sebbene la maggior parte dei sistemi operativi mobili basati su Linux includa alcuni metodi per la comunicazione tra le app, è raro che le app abbiano accesso al dispositivo al di fuori della loro sandbox protetta. Android include un controllo dettagliato su varie autorizzazioni del dispositivo, come la scrittura sul disco locale o la comunicazione tramite la connessione dati.

Mobile vs Desktop Linux Security

I sistemi operativi desktop raramente includono questo livello di controllo delle autorizzazioni, soprattutto non con un’interfaccia utente di facile comprensione collegata. Sebbene desktop Linux includa i ben noti permessi per i file in stile Unix, i permessi sono in genere limitati a leggere, scrivere ed eseguire. I sistemi operativi mobili, d’altra parte, offrono dozzine di autorizzazioni che possono essere richieste dall’utente.

Sebbene ogni distribuzione utilizzi il proprio sistema preciso, la maggior parte dei sistemi operativi maturi fornisce un alto grado di controllo su quale app può fare cosa. Le app sono raramente autorizzate a controllare completamente il dispositivo e sono limitate nelle operazioni che possono eseguire, anche con le autorizzazioni.

Gli utenti sono anche limitati nei dati che possono modificare, sebbene tali restrizioni possano essere annullate dopo aver ottenuto l’accesso come root. L’accesso root e i privilegi di amministratore, che sono disponibili per impostazione predefinita sul desktop, sono notevolmente più difficili da accedere, richiedendo modifiche al dispositivo per ottenere i privilegi di root.

Flessibilità hardware e dispositivo

In generale, i sistemi operativi mobili non devono essere flessibili quanto i sistemi operativi desktop. Mentre un computer desktop può avere configurazioni di input e output letteralmente infinite, i dispositivi mobili in genere adottano solo una configurazione singola: quella con cui sono stati forniti.

Di conseguenza, i numerosi pacchetti software su Linux che esistono per supportare una grande varietà di dispositivi di input, output e archiviazione possono essere rimossi. Sono supportati meno formati di file e standard di connettività e con il dispositivo verranno inclusi solo i pacchetti di input e output strettamente necessari. La distribuzione è costruita solo con ciò che è necessario per la distribuzione integrata, con poca considerazione per le opzioni di connettività aftermarket degli utenti.

Le funzionalità di visualizzazione del cavo wireless o USB-C esistono oggi su dispositivi di fascia alta, ma questa è diventata una funzionalità prevista solo negli ultimi anni. Mentre i sistemi operativi mobili diventano più potenti con ogni versione, in generale, i sistemi operativi mobili sono meno flessibili dei sistemi operativi desktop.

Conclusione

Potresti pensare che ci siamo persi la differenza più ovvia – l’aspetto e la sensazione dei dispositivi – ma quell’ovvia differenza non decide necessariamente come funziona il sistema operativo sottostante. Le vere differenze vivono sotto la superficie del sistema operativo.

Mobile Linux è fortemente personalizzato per l’uso e il dispositivo distribuito, mentre le distribuzioni Linux desktop hanno pacchetti più generici. Nonostante queste differenze, la sicurezza e la libertà del software open source vengono mantenute nella maggior parte dei sistemi operativi mobili basati su Linux, proprio come sui desktop.

Credito immagine: Vinodh Moodley

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.