Le vendite di Chromebook raddoppiano nel 2020 a causa della pandemia

Le vendite di Chromebook raddoppiano nel 2020 a causa della pandemia

La crisi sanitaria globale ha rappresentato una sfida per le imprese e l’economia, in particolare per il settore dei viaggi e della ristorazione / bar, costrette a chiudere o limitare gravemente la propria attività. Ma un settore che sta andando bene in questo periodo è la tecnologia. Apple ha riportato i suoi numeri positivi e sembra che anche altre società tecnologiche stiano andando bene. La domanda di Chromebook è raddoppiata nel 2020.

Crescita dei Chromebook nel 2020

Non sorprende il motivo per cui il business dei laptop stava crescendo. Con così tante persone costrette al lavoro a distanza e all’apprendimento a distanza, le persone avevano bisogno di aprire uffici o “aule scolastiche” nelle loro case, qualcosa per cui non erano preparate.

Le spedizioni Samsung nel 2020 di Chromebook sono quadruplicate sorprendentemente, con un totale di 1,9 milioni. Lenovo ne ha spediti altri cinque milioni, con 6,8 milioni.

Nell’ultimo trimestre del 2020, Acer ha spedito il 76% in più di Chromebook, ma sembra essere l’unica azienda con un modesto aumento. Il numero di Lenovo spedito è stato dell’1,776% in più rispetto al precedente.

In tutto, la società di analisi del mercato tecnologico Canalys lo ha stimato il doppio del numero di Chromebook è stato spedito durante la pandemia del 2020, da 14,7 milioni in precedenza, aumentando a 30,7 milioni di sbarco nelle mani dei consumatori.

Anche le vendite di tablet aumentano

I Chromebook relativamente economici non sono l’unico prodotto tecnologico con vendite in aumento. Le compresse erano richieste ma non con numeri così sbalorditivi. C’è stato solo un aumento del 28% nel numero di spedizioni.

Tuttavia, il motivo dell’aumento minore è perché il mercato era già molto più alto di quello dei Chromebook. Sono stati spediti 160,6 milioni di tablet, il che significa circa cinque volte il numero di Chromebook nel 2020.

Laptop Chromebooks 2020

Ancora una volta, rimanda a ragioni legate alla pandemia. Le persone avevano già i tablet per uso domestico, ma ora che le esigenze cambiano, potrebbero aver trovato i tablet non abbastanza efficienti per alcune delle loro attività lavorative o educative.

Ma erano ovviamente adeguati per alcuni. Lavoro esclusivamente da casa dal 1993. Dal 2011 circa, svolgo la maggior parte del mio lavoro su un iPad. Questo è aumentato costantemente al punto che non ho più nemmeno un computer a casa mia, con tutti noi che usiamo tablet e telefoni. Ma se le mie responsabilità lavorative cambiassero, potrei essere costretto a tornare a un desktop o laptop.

Google ovviamente non ha visto questa tendenza quando ha spostato i suoi ingegneri dai progetti di laptop e tablet nel 2019. La domanda per loro sarebbe se questa tendenza continuerà dopo la pandemia, se valga la pena rimettere gli ingegneri su progetti per laptop e tablet.