Linux vs. Windows: o privire obiectivă asupra ambelor sisteme de operare

Linux vs Windows: uno sguardo obiettivo a entrambi i sistemi operativi

⌛ Reading Time: 5 minutes

Linux vs Windows, l’antica battaglia dei sistemi operativi che ha causato molte guerre di fiamma, disaccordi e comportamenti quasi fanatici su forum e blog Internet per quello che sembra per sempre. Penso che sia importante sottolineare che questo articolo non discuterà quale sia il “migliore” perché è impossibile arrivare a quella conclusione. L’opinione soggettiva non sarà mai corretta per chi non è quella persona che detiene quella convinzione. Ci sono anche dei vecchi cliché sui rispettivi sistemi che non servono a nessuno; quindi, ciò che segue è, si spera, una revisione o un confronto equo in un’ottica di eccellenza o meno, sulla base di criteri specifici.

Sicurezza

Questo è uno dei cliché più comuni citati dagli utenti Linux su Windows. Sebbene ci sia un piccolo nocciolo di verità in questo, nessun sistema è “al sicuro” da un aggressore determinato. Come ho detto nel mio articolo sull’antivirus, la sicurezza è un concetto, non un prodotto. Lavorare nel settore IT per molti anni mi ha dimostrato che gli utenti rappresentano la più grande minaccia per la sicurezza del sistema.

Linux utilizza un account root (o superutente) a cui deve essere fornita una password durante l’installazione del software o le modifiche al sistema operativo. In generale, questa è un’opzione sicura, poiché ha bisogno di input positivi per funzionare. Windows, tuttavia, può anche ottenere gli stessi risultati creando un account di amministrazione separato.

Nonostante i rispettivi account di amministrazione, l’installazione del software può comunque rappresentare un rischio. Chiunque può creare un’applicazione o uno script su entrambi i lati della barriera del sistema operativo che può indurre gli utenti a eseguire l’esecuzione, nonostante provenga da una presunta fonte attendibile. Fortunatamente Linux ha curato app all’interno di archivi o repository di applicazioni e la natura open source di Linux significa che chiunque può rivedere il codice se capisce cosa sta cercando.

Windows, tuttavia, è un sistema operativo molto più utilizzato; pertanto, sarà popolare tra gli aggressori data la sua base di utenti più ampia. Linux è ancora un sistema operativo minoritario (per desktop), anche nel 2018 e quindi è spesso trascurato. Si noti che la sicurezza per oscurità non è ancora vera sicurezza.

Compatibilità

Windows spara e segna. Qui è dove l’offerta di Redmond pulisce il pavimento con Linux. Nonostante i recenti miglioramenti nel software portati o sviluppati su Linux, Windows è ancora il re.

Gli utenti di Windows possono essere certi che la maggior parte del software funzionerà e anche il software obsoleto e oscuro continuerà a funzionare anche quando viene abbandonato dagli sviluppatori. Windows ha un buon supporto legacy, chiaro e semplice. Conosco software commerciale che si basa ancora su tecnologie come Silverlight, Active X e Internet Explorer 11. Linux, d’altra parte, può lottare con le basi che gli utenti Windows danno per scontate. Adobe Flash Player mancava su Linux da molto tempo e, anche quando appariva nei repository, non era sviluppato attivamente come le versioni di Windows.

Per quanto riguarda i file system, Linux può anche leggere e scrivere su dispositivi formattati NTFS e FAT e chiavette USB, mentre Windows non avrà idea di cosa sia Ext4.

Gaming

piccolo vapore

Giù le mani, Windows vince di nuovo. Steam, tra gli altri client e opzioni, fornisce un numero enorme di giochi sia di editori AAA che di piccoli sviluppatori indipendenti. Sebbene Steam per Linux ora ti consenta di installare giochi Windows, è ancora in versione beta e non tutti i giochi Windows funzioneranno. Può essere frustrante per gli utenti Linux e senza dubbio la situazione cambierà in futuro, ma per ora nel 2018 molti utenti Linux perdono i migliori giochi con la loro scelta del sistema operativo. I fornitori di schede grafiche tendono anche a supportare le piattaforme Windows piuttosto che Linux. Forniscono aggiornamenti tempestivi e nuove funzionalità che non sempre filtrano ad altri sistemi operativi.

Velocità

Questo dovrebbe andare su Linux. Dato il modo in cui Linux opera, tende a essere meno “impantanato” con più processi, garbage collection in file temporanei e simili. Il file system comune di Ext4 è intrinsecamente efficiente e aiuta a tenere insieme i file sul disco. La deframmentazione è un ricordo del passato su Linux. Non è un cliché dire che anche un uso moderato di un sistema Windows lo rallenterà a livelli insopportabili a meno che gli utenti non seguano un rigoroso piano di manutenzione.

Privacy

Gli utenti Linux hanno un sistema operativo privato che non li “spia” e non “telefona a casa” con un grado di serietà. Scegliere Linux significa che il sistema è tuo e solo tuo. Aggiungete al mix che la maggior parte dei sistemi Linux viene fornita con un’opzione di crittografia di livello militare incorporata e gli utenti possono essere sicuri che il furto del dispositivo non pone alcun problema reale ai dati.

Al contrario, negli ultimi anni, Windows è diventato sempre più guidato dalla pubblicità. Agli utenti viene data la possibilità di rinunciare e ci sono alcuni abili hack del registro che possono aiutare, ma la pubblicità fa ora parte del piano di Redmond. Windows può anche guardare cosa fanno gli utenti, offrendo la sincronizzazione con il servizio Microsoft OneDrive o per apprendere il comportamento per migliorare Cortana, l’assistente personale di Microsoft. Personalmente, non sono favorevole a questi strumenti invadenti, ma ad alcuni utenti piacciono le loro funzionalità.

Facilità di utilizzo

Questo è difficile da chiamare. Linux negli ultimi anni ha fatto passi da gigante nell’usabilità. Distribuzioni come Linux Mint hanno reso l’installazione e la configurazione semplici. Anche gli utenti non tecnici possono installare software e svolgere le normali attività quotidiane come la navigazione sul Web, la risposta alle e-mail, la riproduzione di musica o la visione di video.

Windows, a causa della proliferazione del mercato, è il sistema operativo predefinito su molti dispositivi. Acquista un nuovo laptop o PC e c’è un’alta probabilità che venga fornito con Windows 10 installato. Gli utenti sono abituati a fare clic sulla barra degli strumenti, aprire programmi preferiti e simili, il che lo rende adatto a utenti esperti e non esperti.

Quale sistema operativo è adatto a te?

Dipende da cosa devi fare. Se sei un giocatore, hai bisogno di compatibilità al 100% con un particolare software o desideri un sistema user-friendly, Windows ti servirà bene. Se sei un sostenitore del software open source, o il tuo dispositivo è semplicemente troppo vecchio o con specifiche inferiori per eseguire Windows, o semplicemente stanco di tutti gli aggiornamenti forzati e il riavvio in Windows, Linux potrebbe essere un’opzione praticabile.

Quindi c’è la piattaforma per gli argomenti. Forconi pronti! Spero che questo sia stato uno sguardo più obiettivo a entrambi i sistemi, mostrando situazioni in cui ciascuno ha i suoi vantaggi e svantaggi. Non ho discusso ogni differenza o area, perché sono semplicemente troppe. Uso Windows e Linux in egual misura in base a ciò che devo fare tramite dual boot o virtualizzazione.

Tuttavia, cosa fai? Ci piacerebbe sentire i tuoi commenti e idee di seguito.