Studiul găsește dispozitive Android care trimit date către Google de 10 ori mai mult decât dispozitivele iOS trimise către Apple

Lo studio rileva che i dispositivi Android inviano dati a Google 10 volte in più rispetto ai dispositivi iOS inviati ad Apple

⌛ Reading Time: 3 minutes

È difficile sapere a quali aziende tecnologiche affidare i nostri dati. Sappiamo da anni che Google utilizza i nostri dati e di recente abbiamo scoperto che anche Facebook lo era. Ma per quanto riguarda Apple? Potrebbe sorprendere alcune persone, ma i dispositivi Android inviano dati a Google più spesso di quanto Safari invia dati ad Apple, secondo un nuovo rapporto.

Android contro iOS

Ci sono state molte opinioni su quale sia meglio, Android o iOS, e questo è solo un altro fattore da considerare. Associazione di categoria Digital Content Next ha condiviso la ricerca condotto da Douglas C. Schmidt, professore di informatica presso la Vanderbilt University, che ha condiviso in un documento intitolato “Google Data Collection”.

Di interesse nelle sue scoperte è che un telefono Android che utilizza il browser web Chrome attivo in background ha inviato informazioni sulla posizione a Google 340 volte durante un periodo di 24 ore. Sembra decisamente molto. In confronto, su un dispositivo iOS con Safari aperto, Google non era in grado di raccogliere dati a meno che qualcuno non stesse utilizzando attivamente il dispositivo.

Ancora più sorprendente è che la ricerca ha dimostrato che un telefono Android inattivo con Chrome invia a Google cinquanta volte più richieste di dati all’ora rispetto a un iPhone inattivo con Safari. Inoltre, un dispositivo Android inattivo comunica con Google quasi dieci volte di più rispetto a un dispositivo Apple che comunica con i server Apple.

App di terze parti che si connettono a Google

Questa ricerca ha anche mostrato come Google possa collegare i dati anonimi che raccoglie alle informazioni personali dei suoi utenti.

Quando si utilizza un dispositivo Android, i dati dell’attività e le visite a pagine web di terze parti raccolte tramite pubblicità “anonima” possono comunque essere associati all’identità Google di un utente tramite i server di Google.

notizie-android-ios-data-handling-google

Google può anche associare i cookie da una pagina Web di terze parti all’account Google di un utente se un’app Google è stata utilizzata nello stesso browser utilizzato per accedere alla pagina Web di terze parti.

Politiche di raccolta dati

Google e Apple differiscono notevolmente nelle loro politiche di raccolta dei dati. Google è stato recentemente chiamato per continuare a tenere traccia dei dati sulla posizione anche dopo che l’impostazione è stata disattivata per farlo. Questo è per impostazione predefinita, poiché le informazioni sulla posizione vengono utilizzate per il targeting degli annunci.

Apple ha una politica diversa. I dati che raccolgono vengono utilizzati per migliorare i loro servizi, come Siri e per risolvere i problemi dei siti Web che utilizzano troppa memoria in Safari. Ma i dati vengono randomizzati prima di essere inviati in modo che i server non ricevano dati utente grezzi. Inoltre, Apple offre agli utenti la possibilità di scegliere se accettare o meno di fornire i dati di utilizzo.

news-android-ios-data-handling-city

Conclusione

Ok, quindi non abbiamo risolto quella vecchia domanda qui se Android o iOS sono migliori. Certamente, questa ricerca mostra che quando si tratta di condividere i tuoi dati, Apple si fa avanti in questa ricerca. Ma potrebbero esserci modi sconosciuti in cui Android è il migliore.

Detto questo, questo probabilmente non farà cambiare idea a nessuno. I fan di Android insisteranno ancora che il loro prodotto è migliore di quello di Apple e i fan di iOS useranno questo studio per mostrare perché sono rimasti così fedeli. Ci saranno anche le persone che affermeranno con enfasi che nessuno dei due dovrebbe essere considerato attendibile.

Ma vogliamo sapere cosa ne pensi. Questa ricerca ti fa cambiare idea? Rafforza ciò che già sapevi o è qualcosa che non ritieni importante? Fateci sapere cosa ne pensate dei risultati della ricerca nei commenti qui sotto.

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

[pt_view id="5aa2753we7"]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *