Modifica fstab per montare automaticamente i dischi rigidi secondari su Linux

Editați fstab pentru a monta automat hard disk-uri secundare pe Linux
⏱️ 4 min read

Se stai usando Linux e hai più dischi rigidi nel tuo sistema, potresti scoprire che il sistema non monta automaticamente il disco rigido secondario quando avvii il tuo computer. Probabilmente lo stai montando manualmente con il tuo file manager (o anche un comando da terminale), e questo non è il modo migliore per farlo.

Sapevi che esiste un modo più semplice per montare il tuo disco rigido secondario su Linux? È un processo semplice che richiede solo poche, semplici modifiche al file fstab sul tuo sistema.

Determinazione delle informazioni sull’unità

Prima di poter configurare il secondo disco rigido, è necessario determinare alcune informazioni a riguardo. Questo può essere fatto facilmente aprendo un terminale e inserendo il comando seguente.

Noterai che inserendo questo comando vengono stampate alcune informazioni dettagliate sulle unità di archiviazione collegate alla tua macchina. Se hai il tuo secondo disco rigido collegato (montato o meno), le informazioni a cui dovrai prestare attenzione saranno qualcosa di simile a questo.

Nota: a seconda della configurazione del tuo disco, il tuo disco rigido potrebbe essere chiamato in modo diverso invece di / dev / sdb.

Con l’aiuto di lsblk, sappiamo che l’unità con cui stiamo lavorando è nota come /dev/sdbe la partizione di cui abbiamo bisogno è nota come /dev/sdb1. Ora dobbiamo determinare il file system esatto. Possiamo farlo eseguendo il comando parted.

fstab-parted-hard-drive-file-system-information

Parted ti dirà il file system del tuo disco. Cerca il file system stampato nel terminale. In questa guida useremo NTFS.

Queste informazioni saranno cruciali in seguito quando modificheremo il file di sistema, quindi non dimenticare le informazioni che hai appena raccolto sul tuo disco rigido.

Creazione della cartella di montaggio

Tutte le informazioni sono state raccolte. Ora è il momento di creare una cartella in cui risieda il tuo disco rigido. È molto importante che tu crei la cartella del tuo disco rigido nella directory home.

Perché nella directory home? Semplice: non avrai problemi a modificare le autorizzazioni per l’accesso del tuo utente al disco rigido. Poiché si trova nella tua directory home, puoi già accedervi senza problemi.

Eseguire il backup della configurazione di fstab

fstab è una parte cruciale della tua installazione Linux. Poiché si tratta di un file importante, sarebbe meglio eseguire il backup di questo file prima di modificarlo. In questo modo, se sbagli qualcosa, puoi semplicemente ripristinare il backup.

In questo modo verrà creata una copia del file di configurazione di fstab da ripristinare in seguito, se necessario.

Modifica fstab

La modifica del file fstab può essere delicata. Non preoccuparti per eventuali errori. Ricorda, è stato eseguito il backup della tua configurazione! Per modificare il file, inserisci questo comando:

Questo farà apparire il file fstab nell’editor di testo Nano. Ora è il momento di scrivere nella nostra unità secondaria nel file di configurazione.

fstab-file-di-configurazione-file-system-non modificato

Se guardi l’immagine sopra, vedrai che ci sono diversi punti in questo file: file system, dir, type, options, dump e pass. Tutti questi sono importanti e dovranno essere compilati affinché l’unità possa essere montata nella directory creata in precedenza.

Cominciamo con l’opzione del file system. Andando fuori le informazioni che il lsblk ci ha detto che il file system di cui abbiamo bisogno è / dev / sdb1. Immettere / dev / sdb1 in .

fstab-specifica-file-system-per-disco rigido

Nota: non preoccuparti se il testo che inserisci non è esattamente sotto cose come . Tutto ciò che conta è che il testo sia scritto nell’ordine giusto.

Dopo aver detto a fstab quale file system usare, dovremo puntarlo a una directory. Immettere “/ home / nome utente / Archiviazione” in

.

fstab-specifica-file-directory-per-disco rigido

Utilizzando le informazioni ottenute immettendo il comando parted, immettere il tipo di file system dell’unità in .

fstab-parted-hard-drive-specifica-tipo-file-system

È ora di specificare le opzioni per il tuo disco rigido. accedere defaults,noatime in .

fstab-specifica-opzioni-file-system-per-configurazione-fstab

Metti il ​​numero 0 sotto .

fstab-specifica-opzione-dump-per-file-system

Infine, metti il ​​numero 2 sotto .

fstab-specifica-pass-opzione-per-file-system

Dopo di che premere “Ctrl + O” per salvare il file appena modificato sul sistema. Al riavvio, sarai in grado di accedere al tuo nuovo disco rigido all’interno della cartella Archiviazione situata nella tua directory home.

Come annullare le modifiche di fstab

Hai deciso di non volere più questo tipo di configurazione? Da non preoccuparsi! Il ripristino è incredibilmente semplice. Basta aprire una finestra di terminale e immettere i seguenti comandi.

L’esecuzione di questi comandi eliminerà il file fstab modificato e al suo posto verrà inserita una copia del file di backup. Dopodiché riavvia la tua macchina e tutto tornerà alla normalità!

Conclusione

Linux tende a gestire molto bene i dischi rigidi secondari. L’unico vero svantaggio è che se vuoi accedere alle tue unità all’avvio, dovrai armeggiare con i file di sistema. La maggior parte delle persone non troverà fastidioso aprire un editor di testo e aggiungere alcune righe per far funzionare un’unità, e questo è fantastico.

Spero che la prossima generazione di distribuzioni Linux aggiungerà una funzionalità che configuri tutto in anticipo. Questo è il sogno. Un giorno accadrà, ma fino ad allora abbiamo questo metodo.

Montate automaticamente i dischi rigidi secondari sulla vostra installazione Linux? Perché o perché no? Fateci sapere nella sezione commenti qui sotto!

Join our Newsletter and receive offers and updates! ✅

0 0 votes
Article Rating
Avatar di Routech

Routech

Routech is a website that provides technology news, reviews and tips. It covers a wide range of topics including smartphones, laptops, tablets, gaming, gadgets, software, internet and more. The website is updated daily with new articles and videos, and also has a forum where users can discuss technology-related topics.

Potrebbero interessarti anche...

Subscribe
Notificami
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x