Perché Google+ si sta chiudendo e è importante?

De ce se închide Google+ și are importanță?
⌛ Reading Time: 4 minutes

Anche Google ammette che il loro tentativo su un social network è stato un flop. Associare gli account Google+ a YouTube, raggrupparli con Gmail, utilizzarlo come servizio di archiviazione di foto: nessuno di questi ha fatto guadagnare alla rete l’amore degli utenti, con Il 90% delle sessioni dura meno di cinque secondi. Ora, tuttavia, tutto sta volgendo al termine grazie a una violazione della sicurezza che ha lasciato centinaia di migliaia di dati degli utenti vulnerabili a possibili furti. Non è certo se sia stato effettivamente preso qualcosa, ma dal momento che il problema tecnico è stato identificato sette mesi prima che ne venisse fuori qualsiasi notizia, Google sta prendendo un po ‘di calore per la sua mancanza di trasparenza.

Quello che è successo?

Nel marzo 2018 Google ha identificato un problema tecnico di sicurezza in Google+. Era un’API per sviluppatori che dava accidentalmente a determinati sviluppatori di terze parti l’accesso alle informazioni private dell’utente (nome, sesso, e-mail, ecc.), Ma solo se quegli sviluppatori avevano specificamente richiesto l’accesso. Solo 438 sviluppatori l’hanno mai fatto e non esistono prove che qualcuno di loro abbia sfruttato il difetto o addirittura lo sapesse. La base di utenti poco entusiasta di Google + ha effettivamente fatto un favore qui: non c’è molto da rubare, quindi nessuno sta cercando così tanto di rubarlo.

Poiché non è mai stata registrata alcuna registrazione di accesso o utilizzo non autorizzato delle informazioni dei clienti, Google tecnicamente non ha subito una violazione dei dati, il che significa che non era legalmente tenuta a divulgarli. Tuttavia, il Washington Post ha trovato alcuni promemoria che facevano riferimento al problema tecnico e ha divulgato la storia l’8 ottobreth. Queste comunicazioni hanno rivelato una discussione in cui Google ha deciso espressamente di non rendere pubblica per evitare scontri con le autorità di regolamentazione e contraccolpi del pubblico.

Data la sfilza di nuove normative e le massicce violazioni dei dati sociali, è chiaramente meglio per Google non avere il suo nome associato a qualcosa del genere. Tuttavia, uno dei maggiori rivenditori al mondo di dati sui consumatori può ragionevolmente essere tenuto a standard elevati di trasparenza e la copertura percepita non è stata una buona idea per l’azienda.

Lo spegnimento: cosa aspettarsi

Appena è scoppiata la notizia, Google ha risposto con la notizia che avrebbero chiuso Google+, cessando completamente le operazioni entro agosto 2019. È stata una decisione piuttosto rapida, probabilmente perché era già qualcosa che stavano prendendo in considerazione e b) un modo abbastanza buono per spostare l’attenzione negativa.

Se stai ancora utilizzando Google+ per qualsiasi cosa, questa potrebbe essere una cattiva notizia, ma è improbabile che tu lo sia. Anche nel 2015 il 90,1% degli account sul servizio era effettivamente vuoto, probabilmente creato come un modo per accedere a un altro servizio Google. Nel 2018 potrebbero esserci alcuni giocatori di Ingress (il precursore di Pokemon Go) ancora in giro, ma a parte questo, si tratta principalmente di esperti di marketing.

g-enterprise

Fino a quando il servizio non verrà interrotto nell’agosto 2019, i singoli utenti potranno accedervi normalmente, ma successivamente i loro account Google Apps non saranno più collegati a Google+. Tuttavia, i clienti aziendali potranno ancora utilizzarlo come social network interno per le aziende, che è diventata di fatto una delle applicazioni più popolari del servizio. In effetti, Google sta pianificando di espandere quella parte della sua attività e rilascerà nuovi prodotti specificamente mirati a rendere Google+ una piattaforma aziendale migliore.

Dove andiamo adesso?

Per la maggior parte delle persone, Google+ non è mai stato realmente utilizzato come alternativa a Facebook. Il prodotto in sé andava bene, ma l’ingrediente cruciale, la scala, è difficile da sostituire, motivo per cui i social media sono stati spesso molto vicini a un gioco a somma zero. Se eri su Google+ come utente personale, la migrazione a Facebook, Instagram o un’altra rete non dovrebbe essere difficile. È probabile che la maggior parte della tua cerchia sociale sia già presente. Se non sei soddisfatto delle loro pratiche sui dati, sei stato soddisfatto di quelle di Google? L’economia globale è sempre più guidata dalle tue informazioni personali e, poiché è improbabile che ciò cambi presto, lo scenario migliore è che le aziende risponderanno a problemi come questo in modo costruttivo e lavoreranno per migliorare le loro pratiche di sicurezza dei dati .

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.