Arch Linux Review (2019): Minimalism și alegere

Recensione di Arch Linux (2019): minimalismo e scelta

⌛ Reading Time: 5 minutes

In costante sviluppo dal 2002, Arch Linux non è nuovo. Ha costruito un seguito ampio e fedele di utenti che amano l’approccio “Keep It Simple, Stupid” di Arch, dove il minimalismo e la scelta regnano sovrani.

Nessuna installazione di Arch Linux è la stessa, e questo è l’appello per gli utenti di Arch. Non è la distro Linux più amichevole per i principianti, ma se stai cercando di capire veramente cosa può fare una distribuzione Linux, Arch Linux potrebbe essere per te.

Al numero 15 del Elenco di popolarità di distowatch negli ultimi 12 mesi, Arch è anche una delle distribuzioni Linux più note. Scopriamo perché questa distro minimalista continua ad essere popolare.

Aspetto

Arch è la distribuzione definitiva per la scelta, quindi come puoi aspettarti, la scelta dell’aspetto di Arch Linux è davvero lasciata a te. Letteralmente, poiché l’ISO di installazione non viene fornito con un ambiente desktop.

Tutto ciò che riguarda l’aspetto può essere personalizzato scegliendo diversi ambienti desktop. È quindi possibile modificarli in base ai propri gusti.

Se stai installando Arch su una macchina a bassa potenza, un ambiente desktop meno intensivo che potresti configurare su Arch è XFCE. L’installazione di XFCE su Arch richiede alcuni comandi sul terminale insieme ad alcune configurazioni aggiuntive successive.

Lo screenshot qui sopra mostra un’alternativa, KDE Plasma. Puoi installare i tuoi temi Plasma di KDE per far sembrare Arch esattamente come preferisci.

Sebbene il progetto Arch supporti ufficialmente dodici ambienti desktop (inclusi KDE, Gnome e XFCE), ce ne sono molti altri che possono essere installati. Se non hai bisogno di un ambiente desktop, non devi installarne uno, che potrebbe essere un’opzione se stai pensando di utilizzare Arch per una build di server.

Prestazione

Se dovessi confrontare le prestazioni di un’installazione Arch di base con Windows o con un’altra distribuzione Linux come Ubuntu, rimarrai colpito. Arch non viene fornito con un software “non necessario” per rallentare la macchina. Ha pochissimi requisiti minimi di sistema: solo 512 MB di RAM e una CPU x64.

Come ti aspetteresti, tuttavia, le prestazioni di un’installazione di Arch varieranno. La scelta di un ambiente desktop “più pesante” come KDE rallenterà il tuo PC rispetto a un’installazione di Arch Linux con un’alternativa più leggera come XFCE.

Prestazioni di Arch Linux

In esecuzione inattiva in una macchina virtuale Virtualbox (con 4 GB di RAM, 1 CPU, 128 MB di allocazione per la grafica), un’installazione di Arch Linux che esegue KDE utilizza circa il 20% di RAM e il 15% di CPU.

Ci sono stati picchi con un utilizzo più intenso con un browser aperto, utilizzando più schede e video in esecuzione, come ci si aspetterebbe. Nonostante le punte, Arch è rimasto fluido da usare. Tuttavia, KDE non è un ambiente desktop ideale da utilizzare su un PC con risorse inferiori.

Puoi personalizzare e ritagliare tutto ciò che potrebbe rallentare l’installazione di Arch essendo pignolo quando lo installi.

Facilità d ‘uso

Il principale vantaggio di Arch può anche essere il suo più grande svantaggio. Non è la distro Linux più semplice da capire, soprattutto per i principianti. La facilità d’uso dipende dal software che decidi di utilizzare con esso.

Dove Arch cade per i principianti, si rialza per i professionisti Linux. Per molti utenti Linux, il Wiki di Arch Linux è il Santo Graal. Ti guida attraverso l’installazione e la configurazione, ma non aspettarti una guida facile.

Facilità di utilizzo di Arch Linux

Se si verificano problemi (su quasi tutti i problemi di Linux), il forum di Arch Linux è ampio e pieno di altri utenti e sviluppatori che risponderanno alle domande e offriranno supporto. Aspettati solo di vedere “RTFM” (leggi il manuale F e puoi indovinare la F) se non hai fatto la tua ricerca.

Gli utenti esperti di Linux troveranno conforto nella difficoltà. È la scelta che il progetto Arch ha fatto per consentire ad Arch di diventare una distribuzione “base” dove spetta a te, l’utente, prendere le decisioni.

Installazione

Il problema più grande per la maggior parte degli utenti che desiderano installare Arch Linux è l’installazione. Se vieni da un’altra distribuzione come Ubuntu, o Windows per quella materia, è una bestia totale.

Installazione di Arch Linux

Il file ISO di Arch Linux non è molto grande (circa 600 MB). Dovrai prima scaricarlo e utilizzare un supporto rimovibile adatto (come un’unità USB o un DVD) per installarlo sul tuo PC.

Non è incluso alcun programma di installazione grafico. Niente di grafico è incluso, del resto. Ogni decisione dipende da te e richiederà familiarità con l’utilizzo del terminale. Avrai bisogno del file Guida all’installazione di Arch wikianche per aiutarti.

Dovrai formattare le partizioni del tuo disco da solo, eseguire i comandi di installazione e quindi procedere direttamente alle guide di post-installazione per aiutarti a configurare gli account utente e altro ancora.

Pacchetti e programmi

Arch ha diversi repository di pacchetti principali da cui installare i tuoi pacchetti e programmi. I repository ufficiali dei pacchetti Arch includono il software necessario per eseguire un’installazione Arch di base. Un repository gestito dall’utente include vari altri pacchetti che gli utenti di Arch affidabili hanno scelto per l’inclusione.

L’installazione dei pacchetti richiede l’utilizzo di Pacman, il gestore di pacchetti di Arch, e l’utilizzo del terminale.

Pacchetti Arch Linux

Scegli tu i pacchetti di cui hai bisogno; non sarai guidato attraverso il processo. Arch Linux ha una versione progressiva, il che significa che non ci sono nuove versioni importanti, con aggiornamenti minori che si svolgono regolarmente.

Se hai bisogno di trovare software, il file Arch User Repository Il sito Web (AUR) è un buon posto dove guardare. Puoi cercare i pacchetti per parole chiave, con descrizioni utili. Ovviamente sta a te trovare i pacchetti di cui avrai bisogno. Ci sono anche molti helper AUR che ti consentono di installare facilmente le applicazioni.

Arch Linux è il tuo prossimo distro Linux?

Arch Linux non vincerà premi per la facilità d’uso e lascia la qualità del suo aspetto a te (e agli altri sviluppatori). Se l’approccio KISS ti piace, con il minimalismo e la scelta al centro, allora prova Arch Linux.

Se vuoi semplificare la tua esperienza con Arch, potresti provare invece una delle migliori distribuzioni basate su Arch Linux. Questi verranno spesso con un programma di installazione e un’interfaccia utente migliori, già scelti per te. Se Arch non fa per te, prova una delle altre principali distribuzioni Linux.