Recenzie LXDE: Light as a Feather

Recensione LXDE: leggera come una piuma

⌛ Reading Time: 6 minutes

Quando si tratta dell’aspetto di una distribuzione Linux, c’è un’enorme quantità di scelta disponibile. Puoi scegliere gli ambienti desktop (DE) che si concentrano sull’estetica o quelli che si concentrano sulla massima efficienza. Per chi cerca il massimo dell’efficienza, LXDE è quello che fa per te. In questa recensione di LXDE, tratteremo le basi di LXDE, come usarlo, come ci si sente e alcuni consigli su LXDE.

Prime impressioni di LXDE

LXDE è composto da molti componenti separati e molti di questi sono intercambiabili. In quanto tale, può sembrare un po ‘sconnesso. Tuttavia, c’è una parte davvero importante di LXDE che voglio portare a casa: è così veloce. Anche in una macchina virtuale mi sembra di usare un sistema bare metal. Ci sono così tante distribuzioni LXDE che mirano a macchine più vecchie che ha perfettamente senso il motivo per cui sono in grado di farlo. Inoltre, molte distribuzioni LXDE sono piuttosto belle, il che può davvero rivitalizzare un vecchio sistema.

Lxde Peppermint Desktop
Schermata di blocco della menta piperita Lxde

Esperienza utente LXDE

L’esperienza utente di LXDE può variare notevolmente. Tuttavia, molti seguono un paradigma desktop molto tradizionale con un menu dell’applicazione gerarchico e una funzione di ricerca. C’è anche una barra delle applicazioni con rete, suoni e notifiche, ma è qui che finiscono le somiglianze. Peppermint Linux configura LXDE in modo che assomigli molto a Cinnamon, mentre LXLE mantiene le cose un po ‘più GNOME 2. Si parla della natura modulare di LXDE che entrambe le distribuzioni possono fare un ottimo lavoro con un DE leggero.

Schermata di accesso Lxde Lxle
Lxde Lxle Desktop
Schermata di blocco Lxde Lxle

Modularità

Una delle cose straordinarie di LXDE è la sua natura modulare. Linux è tutto incentrato sull’armeggiare e scegliere esattamente quello che vuoi, quindi ha senso. Un ottimo esempio è Window Manager: l’impostazione predefinita è Scatola aperta, ma puoi anche usare Fluxbox, IceWMe Xfwm se vuoi.

È qui che un utente più familiare con Linux con esigenze specifiche può prosperare, poiché è abbastanza facile adattare la tua esperienza a qualsiasi cosa tu voglia. Tutte le parti di LXDE sono separate e non dipendono l’una dall’altra, quindi puoi fare delle scelte su ciò che desideri in modo specifico. Puoi vedere negli esempi sopra che i desktop non hanno nulla di simile, ma sono entrambi LXDE, solo con parti diverse.

Semplicità

Questa è probabilmente la parte migliore di LXDE. Non si tratta di quali incredibili nuove funzionalità esistono, non si tratta di quali pazze applicazioni vengono installate con esso, si tratta solo di semplicità. Niente campane e fischietti extra, solo qualcosa di leggero e minimale per supportare il flusso di lavoro che hai già. Questo è ciò che incarna LXDE. Ovviamente puoi aggiungerne un po ‘, ma questo vanifica lo scopo. È elegante nella sua semplicità. Per quegli utenti che hanno la sensazione di combattere il loro sistema per farlo funzionare per loro, LXDE è un ottimo punto di partenza.

Prestazione

Questa è una delle aree in cui LXDE brilla davvero. Un nuovo avvio di LXLE in una macchina virtuale produce poco più di 250 MB di RAM, con un utilizzo medio della CPU dello 0,7%. Questo è perfettamente in linea con quello che molte distribuzioni LXDE proclamano come scopo principale, ovvero rivitalizzare computer poco potenti e / o vecchi. LXLE, una delle distribuzioni testate per questa recensione, lo ha come marchio principale sul proprio sito web. Inoltre, anche in una VM, le cose sono incredibilmente scattanti. Mi sento come se stessi lavorando con un ambiente desktop pieno di grassi come KDE, ma la tassazione sul sistema è così minima che potrei eseguirlo su qualsiasi hardware volessi.

Lxde Lxle Htop

I contro di LXDE

Come nel caso di tutti i software, LXDE non è perfetto. Per quegli utenti che cercano qualcosa di specificamente esteticamente accattivante, LXDE spesso non offre. Ci sono strumenti extra che puoi aggiungere per renderlo più tradizionalmente bello, ma tutti aggiungono peso e con il peso viene ridotta flessibilità nell’hardware. Ci sono altri sistemi progettati per hardware ultra-vecchio che sono più belli, proprio come Elive.

Inoltre, con la modularità arriva la frammentazione. Personalmente mi piace quando il mio ambiente desktop appare e si sente coeso, e quella coesione è riconoscibile. So quando uso GNOME o Pantheon, ma è difficile riconoscerlo quando sono su LXDE. Le cose sono così pesantemente personalizzate e sconnesse che potrebbe sembrare Xfce qui e più come MATE qui. Per coloro che cercano la massima utilità e funzionalità, questo potrebbe non essere importante per te, ma per me è difficile accontentarsi.

Dove provare LXDE

Ci sono due principali concorrenti per i posti migliori in cui sperimentare LXDE. Il primo è Menta piperita. Peppermint è una scelta eccellente per coloro che sono alla ricerca di un desktop LXDE più ricco di funzionalità. Sembra e sembra molto simile a una combinazione di Xfce e Cinnamon ma è più leggero di entrambi, e il progetto Peppermint ha apportato alcune modifiche al sistema che lo rendono molto più piacevole da usare, come il pannello delle impostazioni di Peppermint per portare tutte le impostazioni in un punto.

Lxde Peppermint Neofetch
Pannello Impostazioni Lxde Peppermint

L’altro posto dove provare LXDE è LXLE. Come affermato sopra, è un’interfaccia più in stile GNOME 2 / MATE, ma una delle parti più importanti di LXLE è che massimizza la sensazione di minimalismo di cui parla LXDE. L’obiettivo rimane quello di mantenere le cose snelle, ma aggiunge diversi cambiamenti davvero esteticamente gradevoli, come un tema di icone elementaryOS che aggiorna notevolmente il modo in cui le cose appaiono.

Lxde Lxle Neofetch

Chi dovrebbe usare LXDE

Chiunque cerchi un ambiente desktop senza fronzoli che sia altamente modellabile in base alle tue preferenze ed esigenze dovrebbe guardare a LXDE. È un gradino sopra un gestore di finestre di affiancamento in termini di funzionalità e peso user-friendly, ma non di molto, e ti offre un’enorme flessibilità.

Inoltre, chiunque abbia hardware particolarmente vecchio trarrà vantaggio da LXDE come ambiente desktop.

Dopo aver letto questa recensione di LXDE, assicurati di controllare altri ambienti desktop, come GNOME, KDE e Pantheon, e scopri alcuni modi per personalizzare LXDE come lanciatori di app e temi.

Relazionato: