Regola e normalizza i tuoi file musicali con FFMPEG

Passen Sie Ihre Musikdateien mit FFMPEG an und normalisieren Sie sie
⌛ Reading Time: 4 minutes

Non tutti i file audio vengono creati uguali. A volte, sono troppo silenziosi, troppo rumorosi o semplicemente spenti. Quando ti ritrovi con un file audio problematico, non sei bloccato solo ad affrontarlo. FFmpeg, una potente utility audio open source può aiutare. Può regolare il volume dei file e normalizzarli per eliminare spiacevoli fluttuazioni di volume. Ciò che è ancora meglio, è completamente programmabile e persino integrato in script Python che semplificano il tutto.

Installazione di FFmpeg

Se non lo hai già, FFmpeg è davvero facile da ottenere. Gli utenti Linux possono quasi sempre trovarlo nei loro repository di distribuzione. Per Windows e Mac, puoi trovarlo nel file del progetto pagina di download.

Volume di base

Tutto verrà eseguito tramite il terminale. FFmpeg ha un’interfaccia grafica, ma la riga di comando è il modo più semplice e diretto per lavorarci. Vai avanti e apri un terminale in cui lavorare.

Cambia le directory in una contenente i file con cui vorresti lavorare. FFmpeg supporta quasi tutti i formati audio a cui puoi pensare, quindi non preoccuparti. Quando hai dei file su cui lavorare, esegui FFmpeg. Utilizzare il -i flag per specificare un file di input. Poi il -filter:a flag consente di specificare un filtro, in questo caso regolando il volume. FFmpeg utilizza 1 come volume originale del file. Per diminuire il volume della metà, impostare “volume” uguale a 0,5. Quindi, terminare con il nome del file di output. Nel complesso, dovrebbe assomigliare all’esempio seguente.

L’esecuzione di quel comando farà sì che FFmpeg crei una copia del tuo file di input con metà del volume e lo invierà al nome file specificato. Ovviamente, puoi anche aumentare il volume fornendo un numero maggiore di 1. Nel caso dell’esempio seguente, il volume aumenterà del 50%.

FFmpeg è anche completamente in grado di convertire i tuoi file. Specifica un’estensione di output diversa e FFmpeg si occuperà del resto.

Alcune persone sono più a loro agio nel lavorare con i decibel per un controllo più tecnico dei loro file. FFmpeg supporta anche questo. Invece di utilizzare il sistema di base uno di prima, specifica la quantità di decibel di cui desideri aumentare il volume seguito da “dB”.

Fornire un numero negativo per diminuire il volume in decibel.

Normalizzazione del volume

Funzione FFMPEG Loudnorm

Se il volume del tuo file è incoerente, puoi sempre usare la funzione di normalizzazione incorporata di FFmpeg per provare a tenere le cose sotto controllo. Imposta il comando proprio come se stessi cambiando il volume, ma usa “loudnorm” invece di volume come filtro. FFMpeg tenterà di abbassare e aumentare i picchi e le valli del suono per renderlo più piacevole da ascoltare.

Automatizzato con Python

In realtà c’è più disponibilità quando si normalizza l’audio con FFmpeg, ma richiede una certa conoscenza di come funziona l’audio e un po ‘di matematica. Piuttosto che farlo da soli, c’è un comodo script Python che automatizza l’intera cosa. Inoltre, può gestire intere cartelle contemporaneamente.

Installa ffmpeg-normalize

Se hai installato Python sul tuo computer con il gestore di pacchetti Pip, puoi usarlo per installare ffmpeg-normalize. Gli utenti Linux e Mac dovranno probabilmente utilizzare “sudo”, a meno che non abbiano configurato le cose in modo diverso.

Utilizzando ffmpeg-normalize

FFmpeg-normalizza un singolo file

FFmpeg-normalize è molto semplice da usare. Fornisci un file di input seguito da un file di output dopo l’estensione -o flag e lo script normalizzerà automaticamente il file. Tuttavia, dovrai specificare un codec affinché funzioni.

Consente inoltre di specificare più file di input e output contemporaneamente.

Puoi usarlo anche per convertire i file. Dovrai comunque specificare un codec e un bitrate, ma funziona bene. I flag sono gli stessi che useresti per FFmpeg semplice.

Utilizzando ffmpeg-normalize su intere cartelle

FFmpeg-normalizza l'intera cartella

È inoltre possibile utilizzare il carattere jolly -ext per normalizzare intere cartelle con o senza convertirle. Gli output verranno automaticamente inseriti nella loro cartella. Il comando ha un aspetto leggermente diverso su Windows rispetto a Linux e Mac, ma il risultato è lo stesso. Come nota aggiunta, dovrai specificare l’estensione di output di ogni file con l’estensione

flag, altrimenti otterrai file .mkv.

Mac e Linux

finestre

Qualunque sia il metodo scelto, non c’è motivo di gestire l’audio di scarsa qualità. Puoi facilmente usare FFmpeg per regolare e normalizzare il volume per ottenere qualcosa di molto più equilibrato che si adatti meglio al resto della tua collezione.

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.