Spotify contro Apple Music: chi vince la guerra della musica?

Spotify vs. Apple Music: Wer gewinnt den Musikkrieg?
⌛ Reading Time: 5 minutes

Sia Spotify che Apple Music forniscono servizi di streaming musicale con molti abbonati. Anche se Apple ha sempre avuto una forte eredità nella musica digitale con prodotti come iPod e iTunes, è stato Spotify che ha aperto la strada a quello che oggi chiamiamo il “modello musicale aperto” per contrastare la pirateria.

Dato che ognuno ha il proprio enorme seguito, un confronto testa a testa tra i due può sembrare piuttosto inutile. Ma, alla fine, la maggior parte di noi acquisterà solo un abbonamento mensile.

Di conseguenza, per rispondere alla domanda se dovresti scegliere Spotify o Apple Music, ci concentreremo sulle variabili più comuni come mostrato di seguito. Ci sarà un chiaro vincitore in questa guerra musicale.

1. Caratteristiche

Essendo uno dei primi promotori dei servizi di streaming musicale su richiesta, Spotify ha avuto il tempo di sviluppare molte altre utili funzionalità. Uno di questi è “Crossfade tracks” che elimina il silenzio tra le tracce per avere una transizione più spontanea. Questo dovrebbe portare un livello di energia simile a quello di un DJ nell’ambiente circostante.

Per i social, c’è “Friend Activity” che ti permette di scoprire in tempo reale cosa stanno ascoltando i tuoi amici. Gli algoritmi di Spotify sono abbastanza intelligenti da prevedere i tuoi gusti in modo accurato e la sua funzione “Scopri musica” ti offre un po ‘più di scelte e artisti sconosciuti rispetto ad Apple Music.

Spotify Friend Activity

Sebbene Apple Music non abbia la raffinatezza algoritmica di Spotify, controlla tutte le basi di cui avrai effettivamente bisogno. Che si tratti di download offline o di streaming senza sforzo su più dispositivi, l’app ha un tocco e funzionalità simili a qualsiasi altro prodotto nell’ecosistema Apple. Ha anche iniziato ad aggiungere le fantastiche funzionalità simili a Spotify come ciò che “gli amici stanno ascoltando”.

Gli amici di Apple stanno ascoltando

Verdetto: Spotify ha più funzionalità, ma Apple Music chiaramente non è a corto di funzionalità rilevanti. Pertanto, considereremo questo round un pareggio.

2. Collezione di musica e artisti

Apple Music ha impostato la barra della raccolta musicale molto in alto facendoti “perdere te stesso in 50 milioni di brani”. In confronto, Spotify ha 35 milioni di canzoni, il che non è male.

La differenza è trascurabile se ascolti principalmente musica di Billboard e artisti famosi, ma ciò che funziona a favore di Apple è il fatto che la tua musica personale viene esaminata con maggiore attenzione, quindi la tua collezione effettiva sarà molto più interessante.

Motto di Apple Music

Alcuni dei suggerimenti algoritmici di Spotify non sono molto utili e potresti trovarti a setacciare molti contenuti mediocri. Ad esempio, non vorrei ascoltare qualche garage band sconosciuta che fa un knock-off dei Metallica. Solo perché suonano simili non significa che lo siano.

Apple, in confronto, grazie alla sua eredità di iPod e iTunes, ha una comprensione più intuitiva di quale sarà la prossima cosa che vorrai ascoltare. L’interfaccia utente semplice ed elegante di Apple ti aiuta a rimanere rilassato nella selezione dei tuoi album preferiti.

Artiste di lancio di Apple Music

Apple Music è molto più popolare tra gli artisti reali e molti importanti cantanti debuttano prima i loro singoli su questa piattaforma poiché sono pagati meglio. Apple Music ti consente di aggiungere 100.000 brani alla sua libreria, che è dieci volte superiore a Spotify.

Verdetto: Apple Music ha un vantaggio perché il contenuto complessivo può essere più pertinente.

3. Prezzo

Sia Apple Music che Spotify costano lo stesso ($ 9,99 al mese) ma Spotify ha il vantaggio di avere un piano di base gratuito che Apple non ha. Tuttavia, il vantaggio svanisce rapidamente perché dovrai sopportare gli annunci dopo ogni due canzoni, il che non è davvero buono. Apple Music offre una prova gratuita di 90 giorni rispetto ai 30 giorni di Spotify, che bilancia l’offerta gratuita. Alla fine, se stai effettuando un solo acquisto, non troverai differenze di prezzo.

Verdetto: considereremo questo round un pareggio.

4. Dispositivi supportati

Sebbene stiano cercando di cambiare la percezione, Apple Music è utile solo per gli utenti dell’ecosistema Apple. Al momento, l’app è disponibile con Android, PC Windows, Sonos e Amazon Echo. Tuttavia, l’esperienza effettiva con questi altri dispositivi potrebbe non essere eccezionale, poiché dovrai prima convertire la tua raccolta esistente non Apple in iTunes.

Dispositivi musicali Apple

Spotify, al contrario, è facilmente riproducibile da qualsiasi dispositivo tu abbia. Che si tratti di un cellulare, un tablet, un PC, uno smartwatch o una console di gioco, non ci vuole molto tempo per trasmettere in streaming da un dispositivo all’altro.

Se hai un Google Home, dovresti scegliere Spotify, poiché Apple Music non è supportato su quell’altoparlante. Tuttavia, Spotify supporta Apple HomePod.

Verdetto: Spotify è il chiaro vincitore quando si tratta di dispositivi supportati, sebbene Apple Music stia cercando di migliorare l’esperienza utente su dispositivi non Apple.

5. Apple Music e Spotify Quality

Apple Music supporta una velocità in bit di 256 kbps contro 320 kbps di Spotify. Per l’orecchio umano medio, la differenza è trascurabile. Tuttavia, ciò che distingue le canzoni di Apple è la qualità audio in AAC che è nitida, fluida e dettagliata. Al contrario, Spotify utilizza il formato OGG e c’è una chiara differenza di qualità tra i due.

Tuttavia, può anche dipendere dal dispositivo di riproduzione utilizzato. Apple Music suona al meglio quando lo ascolti sul tuo iPhone, iPad, Macbook o HomePod. Allo stesso modo, Spotify suona alla grande su smartphone Android e altoparlanti Google Home.

Funzionalità Apple Eq

Apple Music ha la funzione di equalizzazione della musica “EQ”, che ti consente di regolare la qualità del suono con diversi effetti precaricati. Non importa quale canzone stai suonando, c’è più di un modo per ascoltarla.

Verdetto: Apple Music ha una qualità audio dei bassi più ricca e profonda.

Conclusione

Dopo il successo iniziale di Spotify nel 2006, molte altre app di streaming musicale on-demand sono arrivate sulla scena tra cui Amazon Music, YouTube Music e appunto Apple Music. Quindi, questo dovrebbe essere un chiaro vantaggio a favore di Spotify poiché sono stati in questo gioco per molto più tempo. Tuttavia, alla fine, ciò che conta davvero è quale piattaforma ti offre un’esperienza musicale complessivamente migliore.

In base a questi criteri, il nostro verdetto finale è che se hai un buon gusto musicale, Apple Music ha un leggero vantaggio su Spotify. L’abbondanza di funzionalità in Spotify è buona, ma quando si tratta di ciò che vuoi veramente ascoltare, Apple Music ha il ritmo pionieristico con un margine sufficiente.

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.