Tot ce trebuie să știți despre actualizarea Windows 10 Creators

Tutto ciò che devi sapere sull’aggiornamento dei creatori di Windows 10

⌛ Reading Time: 4 minutes

C’è un sacco di bufale che circonda l’aggiornamento dei creatori di Windows 10 in arrivo. La portata dei cambiamenti che porterà è lì con l’Anniversary Update che è stato rilasciato nell’agosto 2016 e ha apportato una serie di modifiche a Cortana, l’interfaccia, oltre ad aggiungere un sacco di nuove funzionalità di interattività tra i dispositivi Windows e Android.

Il Creators Update si concentra maggiormente sul dare agli utenti un maggiore controllo sul funzionamento di Windows in background, affrontando le preoccupazioni sulla privacy e la tendenza di Windows a eseguire aggiornamenti indipendentemente da quanto tu sia occupato, così come alcune nuove funzionalità più appariscenti che hanno un occhio sul futuro.

Ecco tutto ciò che devi sapere sul Creators Update.

Perché si chiama Creators Update?

Il nome del nuovo Windows Update è un po ‘più criptico dell’assiomatico aggiornamento “Anniversary” che è arrivato lo scorso anno. Il Creators Update era originariamente noto come “Redstone 2”, in riferimento al materiale di trasmissione dell’energia in Minecraft (che ora è di proprietà di Microsoft).

Il Creators Update è probabilmente chiamato così a causa degli strumenti aggiunti disponibili al momento del lancio che includeranno funzionalità su misura per la creazione di oggetti in 3D (Paint 3D) e una misteriosa interfaccia olografica destinata a funzionare con cuffie 3D. Anche se sono stati apportati importanti cambiamenti sotto altri aspetti, è molto più commerciabile concentrarsi sulla “Creatività” che sulla “Privacy”, giusto?

Anche se non sei un “Creatore”, c’è molto qui per te

Nonostante tutta l’attenzione di Microsoft sul lato interessante e creativo di ciò che porterà l’aggiornamento, fornirà anche cambiamenti che riguardano noi semplici mortali non creativi.

Migliore privacy

È pazzesco pensare che solo pochi anni fa Microsoft fosse orgogliosa di essere molto più rispettosa della privacy di Google. Oggi uno dei maggiori problemi che le persone hanno con Windows 10 è la raccolta in background dei nostri dati, in particolare tramite l’assistente di ricerca AI Cortana.

Qualcosa che puoi fare subito è controllare Microsoft nuova dashboard per la privacy che ti consente di utilizzare il tuo browser web per controllare e cancellare i dati a cui si tiene Microsoft. Non fa esplicitamente parte del Creators Update, ma fa parte dell’impegno dell’azienda per rassicurarci sul fatto che la nostra privacy è importante.

Forse più significativo è il modo in cui vengono presentate le impostazioni sulla privacy su Windows 10, essendo molto più chiaro ed esplicito nel mostrare cosa è possibile modificare quando si installa per la prima volta il sistema operativo. Puoi aspettarti che la nuova schermata di configurazione della privacy assomigli un po ‘all’immagine seguente.

windows-10-privacy-settings

Inoltre, ora ci saranno solo due livelli di “raccolta dati di telemetria e diagnostica” di Windows 10: il processo che Microsoft utilizza per raccogliere i dati sull’utilizzo di Windows in background per aiutarli a cercare modi in cui il sistema operativo possa essere migliorato. Naturalmente, alcune persone lo trovano troppo invadente e ora sarai in grado di scegliere tra le opzioni “Base” e “Completo” per questo. L’opzione “Avanzate” è stata eliminata per Creators Update e l’opzione “Base” promette di raccogliere meno dati rispetto a prima, sebbene Microsoft debba ancora entrare nei dettagli su questo.

Il meglio del resto

Oltre a quanto sopra, il Creators Update apporterà una serie di miglioramenti alla qualità della vita a Windows 10. Io, per esempio, sono entusiasta di Riduzione della luce blu, una funzione che riduce la luce blu brillante sullo schermo durante le ore serali, emettendo una luce più naturale che è più facile per gli occhi. (Nel frattempo, però, dovresti usare l’eccellente strumento di terze parti, flusso.)

Cercando di farsi strada nella scena dello streaming di gioco, Microsoft consentirà ai giocatori di trasmettere in streaming i loro exploit virtuali utilizzando Beam.

windows-10-creators-update-microsoft-beam

Arrotondare le funzionalità che attendo con particolare impazienza è Blocco dinamico (o Windows Arrivederci). È un po ‘come l’opposto di Windows Hello, che mira a rilevare quando non sei più al tuo PC, bloccandolo automaticamente. Non ci sono più informazioni su come funziona esattamente, che sia tramite webcam o hardware Windows Hello dedicato, ma tutto ciò che rafforza la sicurezza senza che tu debba fare qualcosa è buono per me.

Conclusione

Microsoft ha ancora molta strada da fare per rassicurarci sul fatto che si è impegnata a mantenere un livello decente di privacy degli utenti, ma il Creators Update è un passo nella giusta direzione. Oltre a ciò, l’aggiornamento sta cercando di abbracciare tecnologie in evoluzione come la realtà virtuale che non sono ancora ampiamente utilizzate, ma la loro integrazione in Windows incoraggerà sicuramente gli sviluppatori a diventare più creativi con loro.

Il Creators Update verrà lanciato nell’aprile 2017.