Una guida rapida agli schemi di partizione Linux

Un ghid rapid pentru schemele de partiții Linux
⏱️ 5 min read

Gli schemi di partizione in Linux sono la rovina dell’esistenza di molti nuovi (ed esperti) utenti Linux. Quale configurazione della partizione dovresti usare durante il dual-boot di Windows e Linux? Come devo impostare le mie partizioni se voglio solo avviare Linux? Dovresti avere una partizione separata per “/ home”? Perché alcune persone inseriscono “/ boot” nella propria partizione? E hai anche bisogno di una partizione di avvio dedicata? Questa guida rapida agli schemi di partizione Linux risponde a tutte queste domande e altro ancora.

Nota: questo articolo non riguarda il “come” del partizionamento ma il “perché”. Ci sono molte ragioni per questo. Per uno, le specifiche del “come” variano ampiamente da sistema a sistema e tutto ruota attorno al tuo caso d’uso. Se desideri una guida dettagliata sull’aspetto del “come”, dai un’occhiata a questo articolo su come ridimensionare e creare partizioni con l’editor di partizioni gnome.

Nota: per semplicità, tutti i grafici di questa guida saranno basati su un drive da 100 GB e non mostreranno la partizione di “swap”. (Puoi saperne di più qui.)

Creazione di un doppio avvio di Windows

Con la giusta configurazione della partizione, il doppio avvio con Windows è un gioco da ragazzi. La cosa più importante da notare quando si pianifica una configurazione dual-boot è che molte versioni di Windows si aspettano di essere l’unico sistema operativo sul sistema. Spesso, a Windows non piace trovarsi su qualcosa di diverso dalla prima partizione del disco e non esiterà a cancellare qualsiasi cosa sulla sua strada. Ti risparmierai molti problemi sapendolo in anticipo e consentendo a Windows di occupare quello slot prima di installare Linux.

In questo esempio, abbiamo creato una partizione Windows da 50 GB come prima partizione sull’unità. Installa prima Windows e, una volta finito, vai avanti e installa il tuo Linux preferito nello spazio rimanente. Quasi tutti i Linux moderni vedranno l’installazione di Windows e la aggiungeranno automaticamente al menu di avvio di GRUB.

Un’altra opzione è mettere Windows su un’unità completamente separata e lasciare che abbia un’unità completa tutta per sé. Se scegli di farlo, puoi utilizzare un disco completo per un’installazione Linux, che potrebbe apparire come uno di questi esempi di seguito.

Separazione dei dati personali

Una delle configurazioni più comuni per Linux è separare la directory “/ home” nella propria partizione. Ci sono diversi vantaggi per questo: il primo è che ti consente di limitare la quantità di spazio che può essere occupata dai file dell’utente. Ancora più importante, tenere separati questi file significa che qualunque cosa possa accadere ai file di sistema (nella directory “/”) la directory “/ home” verrà lasciata sola. Ciò significa che puoi reinstallare l’intero sistema operativo ma lasciare i documenti personali, i profili e alcune impostazioni dell’applicazione e del desktop esattamente come erano.

Ad esempio, supponiamo che tu stia eseguendo Ubuntu con la tua directory “/ home” come propria partizione. Se sono salvati molti file, come foto e documenti di famiglia, puoi reinstallare o aggiornare e cancellare l’intero sistema lasciando intatti i tuoi dati personali. Una volta che la reinstallazione / aggiornamento è terminata, avrai tutti i tuoi file e le impostazioni esattamente come li hai lasciati.

partizioni-home

Ovviamente puoi regolare le dimensioni delle partizioni in base alle tue esigenze. La maggior parte delle applicazioni verranno installate in “/ bin”, “/ opt” o “/ usr / bin”, quindi se desideri avere molte applicazioni, puoi mantenerlo simile all’esempio sopra. È inoltre possibile aumentare la dimensione della partizione “/” se non si prevede di avere molti dati personali sul sistema, come una workstation o un server. Tuttavia, se prevedi di utilizzare il tuo sistema come molti utenti desktop, puoi aumentare le dimensioni della directory “/ home”.

Separazione dei kernel per distribuzioni Linux con avvio multiplo

Molte persone impostano una piccola partizione “/ boot” separata dalla partizione “/”. Questo non è necessario ma può tornare utile se stai eseguendo più distribuzioni sulla stessa macchina. Poiché la partizione “/ boot” è dove Linux memorizza il kernel e il menu GRUB, questo ti consente di condividere le informazioni di avvio tra entrambe le distribuzioni. Se ti piace creare kernel personalizzati, puoi posizionare il tuo kernel personalizzato nella partizione di avvio e lasciare che entrambe le distribuzioni vengano eseguite da un singolo kernel personalizzato.

1605197645 701 Un ghid rapid pentru schemele de partitii

Il La partizione “/ boot” non deve essere grande. A meno che tu non abbia intenzione di caricare tonnellate di kernel, 100 MB dovrebbero probabilmente fare il trucco.

Puoi anche scegliere di creare una partizione “/ boot / efi” se desideri che il tuo sistema si avvii utilizzando UEFI. Sarebbe un ulteriore ~ ​​100 MB in cima alla partizione “/ boot” da 100 MB.

Che aspetto ha un tipico schema di partizione?

Ci sono tonnellate di definizioni diverse di “tipico”, ma mi limito a dire che la maggior parte degli utenti Linux è alla ricerca di un buon schema di partizione per il proprio sistema desktop. Vuoi assicurarti di poter mantenere i tuoi dati al sicuro e protetti e desideri utilizzare lo spazio su disco nel modo più sensato. In genere si desidera una partizione “/ boot” da 100 MB (che può essere omessa su una singola installazione Linux), una partizione “/” da 25 GB e una partizione “/ home” da ~ 75 GB, assumendo un disco da 100 GB.

Questo ti darà una partizione di avvio compatta per mantenere circa tre kernel su disco alla volta, una partizione “/” ragionevole per memorizzare una buona quantità di programmi e una cartella Home considerevole per tutti i tuoi dati personali. Se hai più spazio su disco, puoi creare un’altra partizione o estendere la partizione “/ home” per memorizzare i tuoi file.

Cosa non dovresti partizionare

Ci sono alcune parti del filesystem che vuoi mantenere in “/”. Gli elementi in “/ bin”, “/ lib” e “/ etc” sono spesso necessari immediatamente all’avvio e, se si trovano su partizioni separate, potrebbero non essere montati prima di essere necessari. Ad esempio, “/ lib” di solito contiene alcuni moduli del kernel che probabilmente saranno necessari immediatamente all’avvio del kernel. Se la partizione non è ancora caricata, le cose potrebbero peggiorare.

Ora che conosci gli schemi di partizione Linux, assicurati di controllare anche zswap, zram e zcache e come usarli nel tuo sistema.

Relazionato:

Join our Newsletter and receive offers and updates! ✅

0 0 votes
Article Rating
Avatar di Routech

Routech

Routech is a website that provides technology news, reviews and tips. It covers a wide range of topics including smartphones, laptops, tablets, gaming, gadgets, software, internet and more. The website is updated daily with new articles and videos, and also has a forum where users can discuss technology-related topics.

Potrebbero interessarti anche...

Subscribe
Notificami
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x