Merită să cumpărați o cască VR în 2019?

Vale la pena acquistare un auricolare VR nel 2019?

⌛ Reading Time: 5 minutes

La realtà virtuale non può più essere definita una tecnologia nascente. Tre anni dopo, esiste da abbastanza tempo che abbiamo un’idea abbastanza chiara di come sta andando il mercato e del suo futuro.

La buona notizia è che la realtà virtuale continua ad espandersi, con entrate in aumento, cataloghi di giochi in crescita e più scelta a prezzi diversi che mai grazie a nuovi auricolari come Oculus Quest portatile e Valve Index di fascia alta.

Qui ti diremo tutto ciò che devi sapere per decidere se vale la pena acquistare un visore VR nel 2019.

Il mercato della realtà virtuale è cresciuto nel 2019

Il 2017 non è stato un anno eccezionale per la realtà virtuale, ma le cose hanno iniziato a migliorare nel 2018 e il 2019 ha continuato il solido slancio del mercato. Un Rapporto IDC all’inizio dell’anno è emerso che le spedizioni di cuffie AR e VR avevano raggiunto 1,3 milioni nel primo trimestre del 2019 – un aumento del 27,2% su base annua – con la stragrande maggioranza di quelle VR anziché AR.

I giochi VR stanno migliorando

Durante la stesura del nostro rapporto sulla realtà virtuale lo scorso anno, abbiamo sottolineato che la realtà virtuale stava ancora lottando per titoli di alta qualità, facendo affidamento sulle porte VR di giochi popolari come Skyrim, Doom e Fallout 4 per attirare l’attenzione.

Avanti veloce al 2019, e tutto è cambiato, con l’ultimo anno che è indiscutibilmente il migliore per lo sviluppo di giochi VR.

Giochi VR dedicati come Beat Saber, Tetris Effect e Moss hanno fatto cose interessanti con il mezzo, adattando con successo generi esistenti come il platform 3D, il gioco d’azione ritmico e, beh, Tetris, in un quadro VR convincente.

L’opzione “premium” più economica, PSVR, continua tuttavia a dominare su questo fronte. Non solo tende a ottenere i migliori titoli che vedi su altre piattaforme, ma ora è anche abbellito da eccellenti esclusive come Astro Bot, Farpoint, Derecine e il grintoso sparatutto gangland Blood & Truth. In termini di supporto agli sviluppatori, Sony sembra ancora molto in anticipo sulla curva, anche se l’hardware PSVR è piuttosto datato rispetto ad altre opzioni.

Più scelta che mai

Oltre a continui cali di prezzo e versioni più recenti di auricolari dipendenti dal PC, Oculus e HTC hanno realizzato versioni “standalone” più economiche dei loro visori VR nelle forme di Oculus Go e HTC Vive Focus.

Ora ci sono opzioni di fascia alta costose ma potenti anche nello spazio PC, insieme a una serie di cuffie VR per smartphone super convenienti. Insomma, hai solo l’imbarazzo della scelta!

Di seguito sono riportati i principali auricolari VR che devi conoscere.

PC: Oculus Rift ($ 300) | Oculus Rift S ($ 400) | HTC Vive ($ 500)

Vale la pena Vr 2019 Oculus Rift S

Le opzioni di auricolare VR standard per gli utenti di PC hanno ora raggiunto prezzi ragionevoli. A questo punto, Oculus Rift S sembra l’opzione più allettante, dato che costa $ 100 in meno dell’HTC Vive e, a conti fatti, è un kit altrettanto potente.

Le differenze principali tra Rift S e Vive sono che Rift S ha una risoluzione più alta a 2560 x 1440 rispetto a Vive’s 2160 x 1200 ma una frequenza di aggiornamento inferiore di 80Hz a Vive’s 90.

Standalone / Wireless: Oculus Go ($ 199) | Oculus Quest ($ 400- $ 500) | HTC Vive Focus ($ 600 – Enterprise) | HTC Vive Focus Plus ($ 800 – Enterprise)

Vale la pena Vr 2019 Oculus Rift Quest

Negando la necessità di un PC da gioco decente, Oculus e HTC ora hanno i loro auricolari autonomi. Stranamente, le cuffie HTC sono attualmente rivolte esclusivamente al mercato aziendale piuttosto che ai consumatori e ai giocatori, lasciando a Oculus la possibilità di avere l’intero mercato per sé.

Quindi le opzioni principali per i consumatori qui sono Oculus Go e Quest. La missione vale il doppio del prezzo del Go o più? Il Quest ha una risoluzione più alta a 2880 x 1600 rispetto a 2560 x 1440 del Go e frequenze di aggiornamento più elevate di 72Hz a 60Hz del Go. Il processore Snapdragon 835 nel Quest racchiude anche più “grinta” del Go.

Quindi il Quest è sicuramente un kit più potente e meglio progettato, ma pagherai un po ‘di più per questo. Vale la pena considerare che Oculus Rift S ha lo stesso prezzo ma utilizza l’hardware del tuo PC e la libreria di giochi per PC completa.

Di fascia alta: HTC Vive Pro ($ 1100) | Indice della valvola ($ 1000)

Vale la pena VR Index Valve 2019

Il nuovo ragazzo nel blocco VR di fascia alta è il Valve Index. Con una straordinaria risoluzione dello schermo combinata di 2880 x 1600 pixel, con frequenze di aggiornamento fino a 144 Hz. I display sono anche LCD, che offrono maggiore chiarezza rispetto ai display OLED di Vive Pro, Vive e Oculus Rift regolare.

vale-la-vr-2018-htc-vive-pro

HTC Vive Pro offre un’esperienza spettacolare con la sua risoluzione di 2880 x 1600 (615 dpi) fino a 90 Hz e una migliore ergonomia. Avrai bisogno di un PC molto potente per raggiungere quei frame-rate elevati, e a questo punto il prezzo rende difficile consigliare il Valve Index più economico e più potente.

Mobile: Gear VR ($ 100) | Google Daydream ($ 100) | Cuffie Pansonite 3D VR ($ 31) | Molti altri

Vale la pena Vr 2019 Cuffie Pansonite Vr

Il modo più economico per godersi la realtà virtuale è ottenerne uno progettato per piattaforme mobili, in cui si inserisce il telefono nell’auricolare e si utilizza lo schermo del telefono come display VR.

Queste opzioni possono sembrare improvvisate, ma con molti telefoni dotati di display 2560 x 1440 con display AMOLED, IPS e LCD, non sono davvero nulla di cui essere derisi.

Il Samsung Gear VR rimane l’opzione migliore dal punto di vista delle specifiche, ma ci sono anche alcuni auricolari “fuori marca” sorprendentemente buoni sul mercato, a meno della metà del prezzo. La nostra scelta è l’auricolare 3D Pansonite se hai un budget limitato.

Conclusione

La realtà virtuale si sta evolvendo. Gli sviluppatori sono sempre più esperti nella progettazione di giochi che completano davvero il mezzo VR e la varietà di opzioni – dalle cuffie collegate al PC sempre più convenienti a quelle completamente autonome – significa che è più probabile che tu trovi qualcosa per te.

Fondamentalmente, il mercato si sta espandendo, con l’aumento delle vendite e degli investimenti di cuffie. Ciò significa che se salti subito, è improbabile che ti ritroverai in balia del crollo del mercato della realtà virtuale.

La realtà virtuale rimane una sorta di tecnologia marginale, ma è una frangia più interessante che mai nel 2019, ea questo punto c’è davvero qualcosa per tutti là fuori.

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

[pt_view id="5aa2753we7"]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *